88 mila regali in asta su ebay.it.

Cultura - Attualità



Le festività natalizie si sono da poco concluse e come ogni anno è inevitabile fare un bilancio dei regali ricevuti. Non tutti i doni trovati sotto l’albero sono esattamente quello che si desiderava.


Secondo i risultati di una ricerca condotta da Research International per eBay.it, primo sito di compravendita online in Italia, oltre 88 mila italiani hanno dichiarato che metteranno i loro doni natalizi non graditi in asta su eBay, dimostrando di non ignorare l’opportunità di guadagno su un oggetto che comunque non si userebbe mai.


Gli almeno 88 mila regali saranno rimessi in vendita su www.ebay.it in particolare dagli uomini (74 mila), che dimostrano, più delle donne (14 mila), di comprendere come il riutilizzo dei regali rappresenti anche la possibilità di non sprecare un oggetto che per qualcun’altro potrebbe avere un valore e una collocazione.


Tra coloro che non optano per la vendita online su eBay ma decidono comunque di non limitarsi ad accumulare i doni indesiderati, in media il 18,5 per cento circa li riciclerà regalandoli a qualcun altro, mentre il 10,5 per cento circa li darà in beneficenza. Entrambe queste soluzioni sono preferite dalle donne, con percentuali rispettivamente del 19,5 per cento vs 18 per cento degli uomini, e del 12,5 per cento vs 9,5 per cento.


Dalla ricerca Reserach International è emerso che quasi 7 su 10 intervistati non useranno i regali non graditi trovati sotto l’albero: saranno almeno 25 milioni gli oggetti non usati “parcheggiati” nelle case degli italiani.


“eBay, con oltre 3 milioni di utenti - afferma Paolo Levoni, Responsabile Marketing di Categoria eBay.it - offre un’opportunità semplice, divertente e immediata per trasformare i regali non graditi in contanti, e di soddisfare al tempo stesso le esigenze di chi quegli oggetti li avrebbe voluti ricevere”.


E i regali considerati i più brutti? La ricerca ha messo in luce qualche curiosità. Al primo posto si trovano maglioni, cravatte e pigiami (per 7,5 milioni di italiani), seguiti dagli oggetti per la casa, in particolare soprammobili e casalinghi, citati da 7 milioni di italiani, mentre al terzo posto, secondo 1,5 milioni di italiani, si posizionano i libri.
“Negli ultimi anni abbiamo osservato una tendenza crescente a fare regali di Natale utili e ragionati: in altre parole, sta un po’ scomparendo il gusto del superfluo e ci si orienta invece verso scelte più meditate; in questo senso, risultano assai più graditi i regali evidentemente pensati, scelti e destinati all’individuo, mentre lo sono meno quelli genericamente più impersonali” – conclude Stefano Carlin, CEO Research International.


Tag:


Presente in:

Cultura - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)