Alimentazione: quanto costa il biologico?

Cucina - Dieta



Quanto piace il cibo biologico. Lo comprano sempre più italiani, tanto che se oggi, secondo le stime della Coldiretti, rappresenta solo lo 0,8 per cento dei consumi alimentari (per 1.300 milioni di euro di fatturato annuo), nel 2005 dovrebbe passare ad una quota del 3,3 per cento (per 5.160 milioni di euro di fatturato). Un settore, quello degli alimenti “non trattati” con sostanze nocive, in grande espansione, quindi, ma che continua a costare molto nelle tasche dei consumatori.




Secondo li produttori e le catene di supermercati, il costo dei prodotti biologici non dovrebbe superare il 20 o il 30 per cento in più, rispetto ai prodotti tradizionali. Ma un’inchiesta svolta sul campo (nei supermercati Coop ed Esselunga) dal settimanale L’Espresso, ha dimostrato invece come un carrello della spesa di prodotti biologici arriva a costare ben il 40-60 per cento in più.



Qualche esempio? Alla Coop le mele biologiche costano 1,5 volte di più, olio e carne di pollo il 72 per cento in più, alla Esselunga per comprare sedano e radicchio di Chioggia biologico si deve spendere esattamente il doppio, carne ed oli arrivano all’88 per cento in più.




“Siamo di fronte a metodi di coltivazione con una resa per ettaro in genere inferiore – ha spiegato Alessandro Pulga, responsabile dei controlli dell’Aiab, uno degli enti certificatori più rappresentativi -, ci vuole maggior manodopera e costosi controlli periodici effettuati dagli enti certificatori autorizzati dal ministero delle Politiche Agricole. Per l’azienda agricola tutto ciò si traduce con un riconoscimento del 20-30 per cento in più (con punte del 50-100 per cento) rispetto al prezzo del prodotto convenzionale”.




Sempre il magazine rileva come, nel passaggio dal produttore al consumatore, le variazioni di prezzo siano molto consistenti e non abbiano giustificazioni logiche. Un chilo di mele Golden “trattate” viene venduto all’ingrosso a 0,62 euro al chilo, ma al dettaglio il prezzo sale a 1,14 euro, con un aumento di 0,52 euro. Le stesse mele, ma biologiche, passano da un prezzo all’ingrosso di 0,83 euro al chilo a circa 2 euro, con un aumento di 1,24 euro. Forse anche le spese di trasporto, di confezionamento e i margini dei vari rivenditori hanno prezzi “biologici”…



Tag:


Presente in:

Cucina - Dieta

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)