Alimentazione: una mela al giorno...

Bellezza - Dieta






Non solo “toglie il medico di torno”, come insegna l’antico detto, ma ci rende più snelle e belle. Parliamo, ovviamente, di mele, ma il discorso si può allargare anche ad altri tipi di frutta, come le pere. L’ultima ricerca che conferma l’utilità della frutta – in particolare proprio mele e pere - nelle diete dimagranti arriva dal Brasile, ed è stata pubblicata sulla prestigiosa rivista scientifica americana “Nutrition”.



Lo studio, condotto dall’Università di Rio de Janeiro, ha coinvolto 35 donne in soprappeso, con alti livelli di colesterolo e di ceto sociale poco abbiente (con basso consumo di frutta). Divise in tre gruppi, le donne hanno dovuto aggiungere per 12 settimane, ai tre pasti principali previsti da una dieta ipocalorica, tre spuntini a base, nel primo gruppo, di una piccola mela (300 grammi), nel secondo di una piccola pera (sempre di 300 grammi) e nel terzo di qualche biscotto d’avena (60 grammi, riducendo l’apporto di riso e fagioli per aggiustare le calorie).



Risultato? Il primo gruppo, quello delle mele, aveva perso più peso e aveva un livello di glucosio nel sangue più basso rispetto al gruppo dei biscotti. Secondo i ricercatori, il motivo starebbe nel fatto che mele e pere hanno una bassa densità energetica, ossia dispongono di poche calorie in molto volume, togliendo spazio ad altri cibi energetici. Inoltre dispongono di un buon contenuto di fibre (4 grammi in media per mela e 7 per pera) che, a parità di calorie assunte, aumentano la sazietà postprandiale (per questo è consigliabile mangiarle subito dopo i pasti).



Insomma, mele e pere (ma il discorso vale anche per altri tipi di frutta e per gli ortaggi) saziano di più fornendo meno calorie e per questo utilissime in qualsiasi regime dietetico. Ma non solo, frutta e verdura, grazie alla presenza di anti-ossidanti, sono tra i migliori alimenti per combattere i radicali liberi. Sono inoltre ricche di vitamine, sali minerali e micronutrienti che prevengono il rischio di malattie cardiovascolari. La dieta dell’insalata di frutta, quindi, oltre a far perdere fino a due chili in una settimana, contiene tanti elementi che fanno bene all’organismo. A questo punto non vi resta che correre dal vostro fruttivendolo e chiedere un bel chilo di mele nazionali (magari di coltura biologica).


Tag:


Presente in:

Bellezza - Dieta

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)