Anagrafe canina: al posto del tatuaggio un microchip

Società - Famiglia



Un microchip aiuta Lassie a tornare a casa. Anche per i cani la tecnologia ha fatto passi da gigante: il tatuaggio, introdotto dall´anagrafe canina, per identificare i nostri amici a quattro zampe, è stato recentemente sostituito da un marchingegno elettronico che, applicato sotto la cute del collo dell´animale, permette facilmente il suo riconoscimento.

Il microchip, poco più grande di uno spillo e lungo un centimetro, viene introdotto sottopelle dietro all´orecchio. Grazie ad un codice a barre inserito al suo interno consente di sapere tutti i dati del cane: per leggere le informazioni contenute è sufficiente utilizzare un normalissimo lettore ottico. Attraverso l´anagrafe canina, con questa carta d´identità elettronica, è possibile rintracciare facilmente il proprietario dell´animale.

L´operazione per l´inserimento del microchip, eseguita con un ago ipoallergenico, è praticamente indolore, rapida e non è necessario sottoporre il cane ad anestesia: può essere eseguita da qualsiasi veterinario convenzionato con il comune e il costo è molto contenuto
(solitamente attorno alle ventimila lire).

In questo modo anche in Italia vengono recepite le disposizioni della Comunità Europea, che già da tempo hanno eliminato il doloroso metodo del tatuaggio. L´obsoleto marchio realizzato all´interno dell´orecchio, che provocava notevole sofferenza all´animale, con il tempo spesso diventava illeggibile, impedendo così una sua facile identificazione. La nuova tecnica invece permette di risalire in pochi attimi al padrone, ottenendo l´importante esito di prevenire e risolvere, almeno in parte, il problema del randagismo.

La denuncia del possesso di un amico a quattro zampe all´anagrafe canina del proprio comune di residenza non è un´opzione, bensì una precisa norma di legge e deve essere effettuata entro trenta giorni dal momento in cui Fido viene portato a casa. Agli uffici dell´amministrazione comunale è necessario anche comunicare, nell´eventualità della cessione dell´animale, i dati del
nuovo proprietario, così come l´accidentale sparizione o morte del cane. Ma l´aspetto più importante per il papà di Fido è un altro: in caso di smarrimento potrà avvalersi della collaborazione delle guardie zoofile per la sua ricerca e restituzione.



Tag:


Presente in:

Società - Famiglia

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)