Annicinquanta: a palazzo reale un’omaggio all’esplosione di creatività del dopoguerra.

Cultura - Arte



Il 3 marzo 2005 apre a Palazzo Reale di Milano una spettacolare mostra che illustra un decennio importantissimo per l’Italia, quello degli anni Cinquanta, ricco di grandi trasformazioni. L’iniziativa è promossa da Comune di Milano, Regione Lombardia, Fondazione Corriere della Sera, Ferrovie dello Stato e RAI-Radiotelevisione Italiana, con il sostegno di RasBank e Bormioli Rocco.


Oltre settecento opere uniche fra oggetti di design, dipinti, sculture, fotografie, progetti di architettura, abiti, immagini di cinema e di televisione testimonieranno il grande sviluppo dell’ingegno che si è verificato negli anni fra il 1948 e il 1960 in Italia e che ha cambiato radicalmente usi e costumi di un intero Paese: una mostra pensata per rintracciare il carattere di questa creatività, eccezionale espressione del pensiero critico e delle soluzioni originali elaborate dai protagonisti dell’Italia dell’epoca.


La nascita della creatività italiana mette in scena quanto di più significativo nacque e si sviluppò nell’arco di quegli anni: l’immediato dopoguerra, ovvero la ricostruzione italiana, il periodo temporale in cui maturarono eccezionali fenomeni di costume, culturali, artistici e industriali che hanno posto le basi della realtà che ancora oggi viviamo e che hanno dato vita a una eccezionale panoplia di opere, prodotti e innovazioni che hanno influenzato la scena nazionale e internazionale, mantenendo sino ad oggi la loro validità e capacità di provocare e far riflettere. L’inconsueto di allora affiancherà il consueto che è giunto sino ai nostri giorni.


Per la prima volta saranno compresi in uno sguardo d’insieme oggetti e progetti che hanno rivoluzionato i modi di vivere, di abitare, di spostarsi, di vestirsi, di lavorare e di divertirsi. Dall’assoluta genialità della piccola e mitica Fiat 500, al trasporto ferroviario veloce del Settebello; dalla sintesi perfetta del design che si sposa con gli oggetti di uso quotidiano, alla rivoluzionaria novità architettonica del Grattacielo Pirelli di Gio Ponti con la sua innovativa struttura a diamante; dall’evoluzione dei tessuti, al loro impiego manifatturiero che diede una inarrestabile forza di affermazione alla moda; dalla ricchezza espressiva del cinema, all’apparire della televisione che insegnò l’italiano agli italiani e fece loro “vedere e scoprire” il mondo. In tale clima si muovono le arti, attraverso i capolavori oggi riconosciuti di Burri, Fontana e Manzoni e la nuova fotografia dei maestri stranieri List, Cartier-Bresson, Klein e dei giovani fotografi italiani quali Roiter, Giacomelli, Monti.


Un allestimento di forte valenza emotiva caratterizzerà la sala delle Cariatidi, che ospiterà una scenografia originale progettata da Alberto Marangoni: una sorta di palinsesto degli anni Cinquanta (di 12 metri per 36) in cui troveranno posto immagini, gli oggetti più evocativi, volti, suoni, documenti, in un grande affresco del costume e dei simboli dell’intero periodo. Attraverso questa introduzione immaginifica, si accederà alle singole sezioni, dedicate ad architettura, design e grafica, cinema, moda, fotografia, arte. Inoltre, eccezionalmente e per la prima volta, la mostra avrà una sua premessa in Piazzetta Reale, con l’esposizione di alcune testimonianze di quegli anni che, per dimensione, non possono trovare collocazione nelle sale del Palazzo: le automobili, come la Giulietta, l’aereo Fiat G91, il treno Settebello, e altro ancora.


ANNICINQUANTA rappresenta il doveroso riconoscimento di un passato prossimo straordinariamente creativo e, nel contempo, propone una rassegna viva della rinascita italiana avviata proprio in quegli anni, il cui percorso è ben lungi dall’essere concluso; è anche una grande occasione per far comprendere alle giovani generazioni un periodo storico che spesso ha prodotto il meglio di ciò che abbiamo e a cui, ancora oggi, si guarda con fascino, stupore e ammirazione.


La mostra ANNICINQUANTA è prodotta e realizzata da Palazzo Reale e ArtificioSkira.


ANNICINQUANTA. La nascita della creatività italiana


Milano - Palazzo Reale, piazza Duomo 12


dal 3 marzo al 3 luglio 2005


Orari


Tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30


giovedì dalle 9.30 alle 22.30


lunedì chiuso


la biglietteria chiude un’ora prima


Informazioni:


Call center 02 330 200 50


Tag:


Presente in:

Cultura - Arte

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)