Arredamento: le proposte dei nuovi designer al salone del mobile

Cultura - Attualità



Nuove idee per nuovi spazi. Case dove la tecnologia diventerà, con un gioco di parole, di casa. Elettrodomestici sempre più moderni, essenziali e polifunzionali. Dove la linea è stata bandita per sempre, a vantaggio di curve sempre più azzardate. Colori morbidi e materiali naturali. Ambienti sempre più grandi, che mescolano usi diversi, dove letto e cucina si combinano. La casa del futuro è questa ed è quella esaltata dall´ultimo Salone del Mobile di Milano, che ha chiuso i battenti domenica scorsa con un record di presenze: 170.000 operatori del settore dell´arredamento provenienti da più di 140 paesi.

Il Salone è il massimo aggiornamento in fatto di tendenze di design, ma è anche un momento di formazione. Al padiglione 9, infatti, è stato ospitato, per il terzo anno consecutivo, il SaloneSatellite, manifestazione dedicata ai giovani designer per offrire, da una parte alle aziende espositrici una vetrina della nuova creatività, dall´altra ai futuri talenti (300 presenti, per metà stranieri) un´occasione di visibilità unica al mondo. E sono stati proprio loro, i giovani designer e le loro provocazioni, i protagonisti di questa edizione. Dalla straordinaria poltrona d´erba, che cresce e prende forma annaffiandola, ideata dai talentuosi venticinquenni del gruppo Nucleo, al frigo orizzontale allestito come una cuccia per cani, progetto vincitore del concorso Adi-Electrolux. Dalla sedia luminosa a forma di polpo del francese Douglas Mont al divano-lego scomponibile degli svizzeri Bruggmann ed Eicher.

Arredi fissi e mobili per nuovi spazi domestici. L´articolata composizione delle famiglie, le nuove abitudini lavorative, la nascita di nuovi tipi sociali hanno portato a un modo diverso di pensare la casa: un modo in cui il cambiamento prevale sull´eterno uguale, il dinamismo sulla staticità. La casa del 2000 è, quindi, una casa più piccola, con meno stanze e meno permanente,. Una casa in cui si alterano le relazioni e si annullano le gerarchie tra arredi e complementi. I mobili devono essere piccoli, leggeri, spostabili e - tutti insieme - concorrere a definire la forma, la vivibilità e il comfort dei nuovi luoghi domestici.

E voi, che tipo di casa sognate? Rispondete al nostro sondaggio o dateci un parere in message board.



Tag:


Presente in:

Cultura - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)