Arriva sul grande schermo la storia di johnny cash.

Cinema - Film



È già un “evento cinematografico” per l’unanimità di critiche entusiastiche ottenute ed ha ricevuto una nomination per Miglior Film Musical/Drammatico ai Golden Globe, i prestigiosi premi cinematografici che aprono la strada alla corsa agli Oscar. Ed ora Quando l’amore brucia l’anima. Walk the Line, diretto da James Mangold e interpretato da Joaquin Phoenix e Reese Witherspoon, sbarca anche nelle sale italiane, dov’è atteso per il 16 febbraio.


The Times lo ha definito “un film straordinario”, il Wall Street Journal addirittura “magistrale”, il People Magazine “uno dei migliori e più emozionanti film dell’anno”.


Nel 1955 un chitarrista mingherlino ma determinato, che si faceva chiamare J.R. Cash, entrò nei Sun Studios di Memphis, che da lì a poco sarebbero diventati celebri. Si trattò di un momento che avrebbe avuto un forte impatto sulla cultura americana. Con i suoi accordi rapidi e trascinanti, un’intensità evidente nel suo sguardo forte e una voce profonda e oscura come la notte, Cash interpretava delle canzoni dolorose che parlavano di malinconia e di sopravvivenza, canzoni dure, fatte di vita reale e diverse da tutto quello che si era sentito prima di allora. Quel giorno segnò l’inizio dell’elettrizzante carriera di Johnny Cash. Fu un pioniere grazie al suo suono intensamente originale, che aprì una nuova strada per le future star del rock, country, punk, folk e rap e iniziò così un confuso viaggio di maturazione personale. Nel periodo più instabile della sua vita subì un’evoluzione, passando dalla popstar autodistruttiva che era allora al mitico Man in Black”, che affrontava i suoi demoni, combattendo per un amore che lo avrebbe cambiato e imparando a camminare sulla sottile linea che divide la distruzione e la redenzione.


James Mangold ha deciso di raccontarci, con il suo film, la storia del giovane Johnny e del suo turbolento rapporto d’amore con June Carter Cash, partendo dalle origini della sua musica (in Arkansas durante l’epoca della Depressione), presentandocelo quando era ancora solo il figlio di un mezzadro, passando poi attraverso i suoi tour scatenati con pionieri del rock and roll come Elvis Presley, Carl Perkins, Roy Orbison, Jerry Lee Lewis e Waylon Jennings, ed approdando all’indimenticabile concerto del 1968 alla prigione di Folsom.


Il film, prodotto da Cathy Konrad e James Keach, ha richiesto sette anni di preparazione, con il pieno supporto di Johnny Cash e di June Carter Cash fino al momento della loro morte, avvenuta nel 2003. Racconta il regista e sceneggiatore James Mangold: “più informazioni ricevevo da John sui primi anni della sua vita e della sua carriera e più vedevo delle grandi opportunità di realizzare un film su un periodo in cui fare musica significava semplicemente fare musica e non aveva nessun rapporto con i soldi e i videoclip. La storia di John non è il racconto di un talento precoce o di un’ambizione incrollabile. Lui ha iniziato tardi, ha imparato da solo a suonare la chitarra e ha ricevuto pochi incoraggiamenti. Nessuno era impaziente di fare affari con lui quando si è trasferito a Memphis. Ma John è stato decisamente scaltro a stabilirsi alla Sun Records, divenuta poi il centro di una rivoluzione musicale. Circondato da enormi talenti, John si è evoluto, diventando quello che nessun altro voleva essere, ossia un narratore senza tempo e una voce asciutta nell’oscurità. Le sue canzoni erano così uniche, personali e così crude”.


Aggiunge poi Mangold: “sicuramente, l’altra opportunità che ci si è presentata era di fare un film su una grandissima storia d’amore. C’era qualcosa di magico nell’idea che, per un decennio, l’unico posto in cui John e June potevano stare soli insieme era su un palco di fronte a 10.000 persone”. I due protagonisti del film sono interpretati dal candidato all’Academy Award® e al Golden Globe® Joaquin Phoenix, nei panni di Johnny , e dalla candidata ai Golden Globe Reese Witherspoon, in quelli di June Carter. Phoenix e la Witherspoon hanno scelto di cantare personalmente nelle performance dal vivo, momenti fondamentali per cogliere lo spirito della musica che portava avanti la relazione tra Johnny e June. Tra gli altri membri del cast del film ci sono l’artista country e blues vincitrice di un Grammy, Shelby Lynne, che fa il suo esordio cinematografico nei panni della madre di Johnny, Carrie Cash; il rocker e bluesman Waylon Malloy Payne, che porta sullo schermo Jerry Lee Lewis; il musicista country-rock Shooter Jennings, che interpreta il suo vero padre, Waylon Jennings; l’artista del rock alternativo e del folk Johnathan Rice nel ruolo di Roy Orbison e il cantante e compositore in ascesa Tyler Hilton nelle vesti di Elvis Presley.


Tag:


Presente in:

Cinema - Film

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)