Arte & bambini: nascono i musei dei ragazzi

Cultura - Arte



Se ultimamente vi siete trovati nel centro di Firenze avrete senz´altro notato una novità. Nei pressi di Palazzo Vecchio c´è un´enorme scatola delle meraviglie appositamente posizionata per suscitare la curiosità del pubblico. Si tratta del Museo dei Ragazzi, progetto tutto italiano per un´idea - neanche a dirlo - americana. Queste strutture sono infatti nate in Usa più di cent´anni fa con lo scopo di offrire ai ragazzi tutto il contrario di un museo tradizionale, dove ogni cosa è preziosa ed è vietato toccarla. Qui infatti vige la regola dell´hands on, come dicono gli americani, cioè tutto può essere toccato e manipolato.



Attraverso una teoria di sale e interminabili corridoi si accede ai cinque laboratori interattivi, ognuno a tema. Ne La magia delle lenti si gioca con un enorme telescopio fingendo di essere Galileo Galilei, Horror Vacui è dedicato a Torricelli, le Architetture di palazzo danno la possibilità di visitare sale e corridoi dell´antico palazzo finora chiusi al pubblico. E ancora l´Abito e il corpo, dove i bambini si possono travestire con parrucche, calzature e abiti sontuosi imparando così come si abbigliavano i nobili della corte di Lorenzo il Magnifico, infine la Stanza dei giochi di Bia e Garcia, una ricostruzione degli ambienti in cui furono allevati i figli dei granduchi di Toscana. Un vero e proprio balzo indietro nella storia, in questo caso nel Rinascimento, per insegnarla ai ragazzi d´oggi facendoli giocare.



Firenze merita senza dubbio il pieno titolo di città dei ragazzi. Ma anche Roma e Milano si sono attivate in questo senso. A Roma, con l´iniziativa Leo nel Museo si può visitare il Museo della Civiltà Romana, il Museo Barracco e i Musei Capitolini. Sempre nella capitale, la Galleria comunale d´arte moderna e contemporanea organizza incontri intitolati Fuori misura per far conoscere ai ragazzi dai 7 ai 13 anni le opere degli artisti contemporanei e c´è anche un laboratorio multimediale con postazioni per i non vedenti, dove i bambini si confrontano con le più moderne forme di creatività. A Torino la Galleria d´Arte Moderna e Contemporanea al Castello di Rivoli offre pacchetti weekend d´arte a ragazzi e genitori. A Milano alla Pinacoteca di Brera da tempo ormai si allestiscono spazi didattici sotto il loggiato su temi artistici, visite e percorsi speciali per bambini anche al famoso Museo Bagatti Valsecchi.



Infine a Parma a Palazzo Pigorini si può ammirare, in bilico tra fantasia e realtà, una mostra dedicata a Jules Verne. Interessante itinerario tra manoscritti, manifesti, fotografie e ricostruzioni delle fantastiche macchine descritte nei suoi racconti. Due i percorsi guidati proposti: per i bimbi dai 5 ai 9 anni il tema è La scienza giocata e si conclude con un laboratorio dove i bambini diventano piccoli scienziati. Per quelli dai 9 ai 12 invece funziona un laboratorio di lettura dedicato alle opere dello scrittore francese. E voi, pensate sia positivo proporre ai vostri bambini un giro in musei come questi? Rispondete al nostro sondaggio o esprimete il vostro parere cliccando sul link apposito qui sotto.




Tag:


Presente in:

Cultura - Arte

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)