Bambini: ecco le città dove vivono meglio

Viaggi - Viaggi per bambini



Quanti marciapiede ci sono nella vostra città? E quante aree pedonali? Piste ciclabili o parchi giochi attrezzati? Certamente troppo pochi. Almeno giudicando il carbone che la Befana di Legambiente ha distribuito ai comuni italiani. Delle vere e proprie pagelle sullo standard di vita degli under 14 nelle nostre città, e il quadro che ne è emerso non è certo il migliore. Dal tasso di motorizzazione, all´efficienza dei mezzi pubblici. Dalla disponibilità di aree verdi, alla lunghezza delle piste ciclabili, fino alla realizzazione di progetti con la consulenza dei più piccoli. Il lavoro da fare è ancora molto.



Caramelle. Sono andate alle dieci città italiane più attente alla qualità della vita dei più piccoli. Belluno, in testa alla classifica con ben 10 caramelle. Al secondo posto si è classificata La Spezia, che ha collezionato 9 caramelle, ma anche 5 pezzi di carbone. A completare il podio Pistoia e Sondrio, seguono quindi Modena, Siena e Trieste.



Commenta Ermete Realacci, presidente di Legambiente: Sono ancora poche le amministrazioni comunali illuminate, che hanno capito che prendere in considerazione il punto di vista dei bambini significa puntare a una migliore qualità della vita per tutti. Anche se nel complesso esce comunque un paese sufficientemente amico dei bambini. Grazie anche a progetti come l´adozione dei monumenti e degli spazi verdi. Oppure dell´ideazione, insieme ai bambini, degli spazi utili nella città.



Carbone. Sono 22, sparse da nord a sud, le città italiane dove i bambini vivono peggio. Cronico il disinteresse nei confronti dei più piccoli in molte città: da Nuoro a Treviso, da Isernia a Pordenone. Preoccupanti balzi indietro invece da amministrazioni come Trento, Brescia, Lodi e Bari. Determinati dall´abbandono di collaborazione tra amministrazioni comunali e mondo infantile.



Pensate che solo città come Roma e La Spezia sono dotate di un assessorato che si occupi dei più piccoli. A proposito, le grandi metropoli? Contraddittorio il quadro che emerge. Città come Napoli e Roma confermano sostanzialmente i progressi. Mentre altre realtà come Milano e Palermo si posizionano nella terza, ed ultima, fascia di merito.



E tu, come ritieni che sia la tua città: a misura di uomo o di bambino? Se hai qualche opinione rispondi al nostro sondaggio, oppure scrivici nella message board.




Tag:


Presente in:

Viaggi - Viaggi per bambini

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)