Bellezza: depilate o depilate?

Bellezza - Depilazione



Per lei ma anche per lui. Ormai il problema della depilazione ha infranto anche la barriera fra i due sessi. La battaglia contro i peli superfui non è più soltanto una questione femminile. Per sfoggiare meglio pettorali e addome, anche i maschietti ricorrono sempre più a sistemi come la ceretta o il rasoio. Ma quali sono i metodi da preferire. Meglio la depilazione temporanea o l’epilazione, più duratura? Ecco una guida con i pro e i contro.



Depilazione. Consiste nell’eliminare il pelo a partire dal suo sbocco, cioè a livello della cute; è (quasi) indolore ma i risultati hanno una durata limitata nel tempo. Più economica e rapida, può essere facilmente attuata a casa con l’impiego di strumenti meccanici o chimici. Nel primo caso il sistema più semplice è quello della rasatura, ideale soprattutto per le gambe, (con l’attenzione di applicare poi una crema idratante), ma ha lo svantaggio di far irrobustire i peli nel caso di uso continuativo.



Nella depilazione chimica si usano, invece, creme cosmetiche da applicare sulla pelle umida, preferibilmente su inguine e gambe. E’ anch’esso un trattamento semplice e indolore, in cui il fusto del pelo viene “sciolto” da particolari sostanze capaci di attaccare chimicamente la struttura cheratinica del pelo. L’inconveniente “storico” del cattivo odore è stato eliminato con l’aggiunta di piacevoli fra ganze, ma i peli ricompaiono dopo una settimana e può causare irritazioni o bruciori.



Epilazione. Metodo più radicale, che consiste nella rimozione dell’intero pelo, bulbo compreso, estirpandolo quindi dalla radice. Viene sempre effettuata con metodi fisici e i risultati durano, in media, dai venti ai trenta giorni. Il sistema casalingo più usato è quello della ceretta, che può essere eseguita “ a caldo” (sciogliendo a 40 gradi un composto a base di resine, da usare poi sulla zona da trattare)) o “a freddo” (applicando strisce semisolide direttamente sulla pelle). Può però causare rossori, eritemi e follicoliti ed è sconsigliabile nell’incavo ascellare e in caso di varici e capillari fragili. Altro metodo è quello fatto attraverso epilatori meccanici, apparecchi elettrici con testina rotante che strappa i peli alla radice anche da superfici ampie (braccia, gambe). Molto pratico, ha l’inconveniente di formare brufoletti, peli incarnati e irritazione della cute.



Tra i nuovi sistemi di epilazione i più efficaci (ma anche più costosi) rimangono quelli dell’elettrocoagulazione e del laser. Nel primo caso il pelo viene distrutto con l’utilizzo di un ago che trasmette corrente ad alta frequenza, nel secondo con un laser che elimina le cellule germinative del pelo. Data la complessità dei trattamenti, cui si può ricorrere solo se si è in perfetto o controllato equilibrio ormonale, ci si deve sempre rivolgere alla valutazione di un’estetista esperto o di un dermatologo. Si tratta di metodi pressoché definitivi, anche se i dati circa la reale efficacia sono tuttora contrastanti.


Tag:


Presente in:

Bellezza - Depilazione

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)