Benessere: ginnastica mentale

Bellezza - Benessere



Rinvigorire i muscoli con la sola forza del pensiero. A qualcuno potrebbe sembrare una fantasia da pigri, eppure secondo alcuni scienziati quella che viene chiamata anche ginnastica mentale, funziona davvero. Tanto che a Londra a qualcuno è venuto di ideare su queste basi una nuovissima pratica, l´Hypfit, a metà strada tra una tecnica di fitness passiva ed un trattamento terapeutico.
Gung Yue, fisiologo della Cleveland Clinic Foundation dell´Ohio ci crede davvero. Ed ha portato a dimostrazione un esperimento realizzato dalla sua equipe. A dieci volontari di età compresa fra i 20 ed i 35 anni, è stato chiesto di immaginare, cinque volte a settimana per una durata di tre mesi, di flettere con forza i bicipiti, come se facessero del sollevamento pesi. Il risultato è stato davvero sorprendente: già dopo le prime settimane i ginnasti virtuali avevano avuto un incremento muscolare del 13,5 per cento.



Questo accadrebbe, è la spiegazione fornita dal dottor Yue, perché i muscoli si muovono in risposta a segnali che arrivano da cellule cerebrali , chiamate motoneuroni. L´accensione di queste cellule dipende dalla forza degli impulsi elettrici mandati dal cervello. «Questo - afferma Yue - suggerisce che se il cervello manda ai motoneuroni un segnale più forte esso è sufficiente ad aumentare la potenza muscolare.




L´equipe della Cleveland Clinic Foundation sta ora ripetendo l´esperimento con persone in età compresa fra i 65 e gli 80 anni. La scoperta, sottolinea il medico, non deve essere assolutamente sfruttata dai pigri per evitare di fare esercizio fisico. Essa potrebbe invece aiutare pazienti troppo deboli per muoversi a cominciare dalla riabilitazione, per esempio dopo un ictus. Se la ginnastica mentale funzionerà anche con gli anziani, la tecnica potrebbe aiutarli a mantenersi in forma.




Ad applicare le scoperte di Yue al fitness ci ha pensato invece Gloria Thomas, ex top model (fu anche una Bond Girl in un film di 007) diventata personal trainer specializzata in ipnosi e tecniche di neurolinguistica. Creando l´Hypfit, disciplina capace di rieducare il subconscio per insegnarli a pensare positivo. Secondo la Thomas, molte persone sono spinte a praticare dell´attività fisica con motivazioni negative, magari perché si vedono troppo grasse o non si piacciono.




Il mio consiglio - spiega - è di non focalizzarsi sul peso in eccesso, ma di cominciare ad immaginarsi , semplicemente un pochino più magri, con addosso un abito che piace, in modo da prendere confidenza con un´immagine di sé solo leggermente diversa. Facendo questo si crea un sentiero nella vostra mente, un cammino che punta alla direzione giusta. Come dire, un pensiero positivo aiuta a restare in forma.



Tag:


Presente in:

Bellezza - Benessere

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)