Bologna, a gennaio vetrina delle tecnologie d’animazione.

Viaggi - Feste e Ricorrenze



Si terrà a Bologna, dal 17 al 21 gennaio 2007, la nona edizione del Future Film Festival. Da otto anni, l’evento bolognese dedicato all’animazione e agli effetti speciali promuove in Italia la cultura delle nuove tecnologie a servizio dell’arte. Il programma del Future Film Festival 2007, diretto da Giulietta Fara e Oscar Cosulich, è in preparazione in questi mesi e si annuncia più ricco che mai, con molti incontri, più retrospettive e numerosi eventi speciali dedicati all’universo digitale, grazie anche al supporto del Comune di Bologna, della Provincia di Bologna e della Regione Emilia-Romagna.


Uno dei capisaldi del fumetto e dell’animazione mondiale sarà ospite graditissimo del Future Film Festival 2007, che presenterà in anteprima italiana le animazioni tratte dai più grandi successi del maestro argentino Quino. I cortometraggi, tratti dalle storie di Mafalda e dalle strisce satiriche di Quino, mantengono con l’animazione la freschezza e la leggerezza dei fumetti, senza tradire le caratteristiche peculiari dell’umorismo del maestro argentino. Nato nel 1932 da emigranti spagnoli, Quino inizia presto il mestiere di cartoonist, definendolo una professione più che un’arte. Mafalda, uno dei suoi personaggi più conosciuti, nasce all’inizio come testimonial di una azienda di elettrodomestici. Ma la sua storia è stata del tutto diversa, riscuotendo grande successo, dal 1968, anche in Europa e in Italia.


Fondata nel 1991, e con le sue quattro sedi a Londra, Parigi, New York e Los Angeles, la casa di produzione Partizan si è guadagnata negli ultimi quattordici anni una notevole fama internazionale nel campo della pubblicità e dei video musicali, grazie alla scoperta e alla promozione di nuovi talenti. Michel Gondry ne è forse il maggiore rappresentante, con i suoi famosissimi videoclip e i lungometraggi (Se mi lasci ti cancello, Human Nature), che negli ultimi anni hanno riscosso un grande successo di pubblico e critica. Il Future Film Festival è lieto di presentare per la prima volta in Italia una selezione delle migliori opere prodotte da Partizan alla presenza di uno dei produttori.


E ancora, l’edizione 2007 dell’evento bolognese renderà omaggio alla produzione di cinema d’animazione in Iran, che arriverà per la prima volta in Italia con una ricca selezione di materiali. È prevista la proiezione di una selezione di cortometraggi e serie televisive dal passato fino ai giorni nostri, attraverso le opere che meglio rappresentano una cultura così ricca di miti e leggende e fervido estro creativo. Le opere selezionate spaziano tra varie tecniche di animazione, da quelle più tradizionali fino all’uso dell’animazione al computer, mostrando una ricchissima produzione contemporanea.


Alle origini di tutta la cultura asiatica, la Cina è considerata il primo paese in Oriente ad aver realizzato un lungometraggio d’animazione, con La principessa dal ventaglio di ferro del 1941, ad opera dei fratelli Wan, poi fondatori della più importante scuola di animazione del paese: il Shanghai Animation Film Studio. Il Future Film Festival vuole raccogliere insieme una ricca selezione di corti e i più importanti film della sua lunga tradizione.


Olandese di nascita, Paul Driessen iniziò la sua carriera nell’animazione occupandosi di pubblicità televisiva e iniziò a lavorare nel cinema con la collaborazione al film Yellow Submarine. Immigrò successivamente in Canada, dove iniziò una prolifica produzione con il National Film Board of Canada. Driessen ha anche insegnato animazione presso la Kassel University in Germania e con le sue opere ha vinto più di cinquanta premi internazionali. Il Future Film Festival ha il piacere di ospitarlo e di presentare una selezione dei suoi lavori.


“Roberto Gavioli è uno di quegli italiani che, parendomi tutt’uno con il loro paese, non posso immaginarli con una storia solo privata o pubblica, individuale o collettiva”: così Sergio Zavoli introduce la figura di Roberto Gavioli, fondatore assieme al fratello Gino della Gamma Film, storica società che ha prodotto i più famosi spot in animazione di Carosello degli anni Sessanta e la prima sigla in grafica computerizzata, ma anche quella di Canzonissima e della Domenica Sportiva. Future Film Festival ospiterà un omaggio alla Gamma Film, comprendente i più famosi titoli della produzione, in occasione dell’anniversario dei cinquant’anni di Carosello.


Dopo il viaggio nel tempo proposto lo scorso anno con la retrospettiva Macchine nel tempo, il cinema di fantascienza ritorna al Future Film Festival con una sezione dedicata alla fantascienza astronautica. Il nuovo programma della manifestazione proporrà una selezione di film nei quali l’astronave assume numerose e diverse valenze: da mero mezzo di trasporto, variante dell’aereo, a mezzo con il quale confrontarsi con un problema di indentità, da trappola potenzialmente mortale a modello ipertecnologico.


Tag:


Presente in:

Viaggi - Feste e Ricorrenze

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)