Capelli: attente alle calvizie

Bellezza - Capelli



Lunghi, cortissimi, intrecciati, colorati. Sempre più i capelli rappresentano lo specchio della nostra personalità e un modo per lanciare messaggi o anche solo per apparire diversi. Ma non bisogna dimenticare che sono vivi e la loro salute si basa su un delicato equilibrio. Molto spesso è proprio l´inizio della stagione autunnale quello in cui sorgono i primi problemi con capelli sfibrati e stopposi. Senza dimenticare che i residui estivi, il sole e soprattutto la salsedine, sono causa di stress per i nostri capelli. Che tendono a cadere.

Che fare in questi casi? Innanzitutto è consigliabile, se la caduta è eccessiva, rivolgersi ad un dermatologo. Dato che con una capigliatura molto folta si possono anche 150 capelli al giorno, non è facile distinguere se la caduta è fisiologica, ovvero normale, o se è necessario ricorrere a cure particolari. La caduta dei capelli è soprattutto un problema dell´uomo, che ben nel 50 per cento dei casi ha problemi di calvizie, ma anche le donne possono andare incontro a problemi, soprattutto durante la menopausa quando il livello egli estrogeni si abbassa.

Le principali malattie del cuoio capelluto si chiamano alopecia androgenetica e alopecia areata. Nel primo caso il diradamento riguarda la parte superiore della testa e si tratta di una patologia ereditaria che può colpire sia uomini che donne. In questo settore la ricerca negli ultimi anni ha fatto davvero miracoli grazie al finasteride, un farmaco usato per la cura dell´ipertrofia prostatica che da ottimi risultati anche nella cura delle calvizie. Va assunto per bocca almeno una volta al giorno, ma è sconsigliato per le donne in età fertile, per i rischi che potrebbero nascere nel caso di gravidanze.

Se i capelli, invece, tendono a cadere a chiazze, si parla di alopecia areata, il cui andamento è però imprevedibile, regredendo o estendendosi spontaneamente. Difficile in questo caso fare terapie, ma sono consigliabili l´uso di cortisonici, infiltrazioni e farmaci vasodilatatori. Un´altra terapia, molto usata in questi casi, è quella che prevede l´utilizzo di acido squarico. Infine non bisogna dimenticare che molti casi di caduta possono essere provocati dallo stress o da carenze nell´alimentazione ed in ogni caso una visita dermatologica risolverà meglio tutti i problemi, individuando le cause in modo più efficace e di conseguenza le terapie più corrette.

E voi, avete ami avuto problemi di cadute di capelli? Rispondete al nostro sondaggio o dateci un parere in message board.


Tag:


Presente in:

Bellezza - Capelli

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)