Casual sì, ma solo se prezioso e un po’ stravagante

Moda - Look






Vestire classico non è sempre sinonimo di monotonia e noia. Lo dimostra il guardaroba che la moda propne per l’uomo quest’inverno e che spazia dagli abiti formali (anche il classico tre pezzi), spesso calibrati al millimetro, in tessuti nobili che la tecnologia rende sempre più leggeri e con caratteristiche particolari (antipiega, resistenti all’acqua) a capi più pratici per il tempo libero, realizzati in materiali di pregio e dallo stile raffinato, con punte di individualismo; pezzi particolari o unici, nei quali si rispecchia la personalità di chi li indossa.


L’uomo di Prada, eccentrico e scanzonato, ama questo stile classico e un po’ british: indossa cappotti al ginocchio e camicie in seta a maniche corte con disegni optical anni Sessanta come le cravatte, golf tricottati a mano e pantaloni in seta, che lasciano bene in vista la scarpa inglese rigorosamente a punta, da portare con le calze grosse, in contrasto con la leggerezza dei pantaloni. Tra gli accessori abbinati, cappellini ed ombrelli coloratissimi.


Anche Valentino predilige l’ideale di uomo intellettuale, che nasconde un pizzico di romanticismo dietro gli occhiali scuri, che ama indossare maglioni in cachemire e pullover da sci, giacche di coccodrillo per le occasioni speciali e borsoni in pelliccia per riporre i libri. La moda maschile di quest’inverno è intrisa di molteplici riferimenti: da una parte la grande tradizione sartoriale e i tessuti inglesi; dall’altra il progresso tecnologico e la rapida evoluzione degli stili di vita contemporanei, che ruotano attorno ai concetti di mobilità e tempo libero. L’immagine di uomo che ne emerge ha quindi diverse sfaccettature: non connotato da una precisa età anagrafica, indossa con la stessa disinvoltura l’abito tre pezzi o il giaccone antivento, i polsini da gemelli o la maglia da polo.


Trussardi veste un viaggiatore, che dalla lontana India porta con sé dettagli e colori suggestivi, per mescolarli con un guardaroba classico, che spazia dai parka di bufalo tinto in capo o di camoscio a stampa regimental, fino ai colorati pantaloni di seta damascata per la sera, ai preziosi maglioni di cachemire e seta a lavorazione jacquard, alle giacche in cavallino, ai pantaloni di pelle che finiscono quasi a ghetta.


Donatella Versace predilige il cachemire strapazzato ed abbina per i giovanissimi le giacche sartoriali con i pantaloni da benzinaio o da motociclista; per l’uomo più maturo, invece, propone cappotti in cachemire morbidissimo, da indossare su pantaloni da smocking ma in tessuto jeans. Le ultime tendenze suggeriscono quindi un’eleganza personalissima, fatta di cultura, di gusto, di carattere; classica ma aperta a mille contaminazioni, che consente di costruirsi un’immagine pulita e raffinata, ma anche attentissima al comfort e ai materiali con la giusta dose di tecnologia: per un uomo esigente anche nel tempo libero, informale, con stile.


Tag:


Presente in:

Moda - Look

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)