Cellulari: il passatempo preferito dai giovani

Società - Oggetti



Che il cellulare sia diventato ormai la passione preferita dagli italiani (tanto che il loro numero ha già superato gli apparecchi di telefonia fissa) è un dato già noto. Ma che sia una passione così sfrenata da oscurare anche quella per il rispettivo partner nessuno poteva certo immaginarlo.

Eppure, a leggere il risultato di un sondaggio condotto dal mensile Itinerari e luoghi, parrebbe invece che sia proprio così. Altro che teneri baci e languide carezze, per i giovani è molto più eccitante lo squillo del telefonino. Su un campione di 1.800 utenti di telefonia mobile tra il 15 e i 24 anni, infatti, la maggioranza ha dichiarato di preferire trascorrere il proprio tempo libero al telefonino piuttosto che col partner.

Le conversazioni al cellulare trionfano dunque nella classifica delle attività più gettonate dai giovani, con il 27 per cento delle preferenze, seguite dalle attività ricreative (lo sport, gli spettacoli, la musica, il cinema) con il 25 per cento e dalla cura degli animali domestici (21 per cento). Solo il 15 per cento del campione afferma di dedicare la maggior parte del proprio tempo libero al fidanzato o alla fidanzata.

Si dirà, sono giovani, cresceranno. Eppure nelle loro risposte resta la ferma convinzione che il cellulare sia meglio del partner perché le telefonate sono meno asfissianti di un´uscita di coppia (secondo il 31 per cento degli intervistati), perché quando le discussioni si fanno troppo accese il telefonino consente di chiuderle (per il 27 per cento) oppure, più semplicemente, perché mentre si parla al cellulare si è liberi di fare qualsiasi altra cosa (per il 24 per cento).

A leggere questi dati staranno sicuramente gongolando le aziende che tra poco si batteranno per conquistare la famigerate sei licenze per la gestione degli Umts (Universal Mobile Telecomunications System), i cellulari di terza generazione (dopo i Gsm e i nuovissimi Wap, che permettono l´accesso a Internet), apparecchi che rivoluzioneranno il mondo delle comunicazioni. Anche se per i giovani intervistati nel sondaggio il cellulare non è solo rose e fiori. Tra gli aspetti negativi dello strumento, il 47 per cento lamenta il fatto di essere raggiungibili dagli apprensivi genitori e dai gelosi partner. Tra i pregi, invece, il 29 per cento segnala la possibilità di organizzare i frenetici spostamenti nei locali notturni in tempi brevi.

E voi, ritenete che il cellulare oggi sia uno strumento davvero indispensabile? rispondete al nostro sondaggio o dateci un parere in message board.


Tag:


Presente in:

Società - Oggetti

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)