Cento anni di pubblicita´

Cultura - Attualità



I primi, neanche a dirlo, sono stati loro, i fratelli Lumiere nel lontano 1989. Si trattava della reclame del sapone Sunlight e in essa comparivano come attori i due fratelli, Louis e Auguste, le loro mogli, i loro figli e persino le loro donne di servizio. E´ entrato nella storia come il primo spot pubblicitario e quindi quest´anno sono cent´anni esatti che ci sorbiamo, spot, interruzioni pubblicitarie, caroselli, consigli per gli acquisiti, promozioni di vendite e quanto altro viene creato dalle menti perverse dei pubblicitari per stimolare la nostra fame d´acquisto. Sulle nostre reti, pubbliche e private, ne passano 4.000 al giorno, della durata dai sette ai trenta secondi. Una vera invasione.

In cento anni la pubblicita´ e´ cambiata moltissimo e per di attirare l´attenzione sul marchio oggi utilizza due indispensabili ingredienti: il sesso e l´ironia. Per pubblicitari e uomini marketing e´ finito il tempo di spiegare i pregi dei propri prodotti (spesso non vengono neppure mostrati in video), ma vince la creativita´, la capacita´ di attrarre l´attenzione, la curiosita´. In Italia ci sono circa 400 agenzie di pubblicita´ (con le piccole si arriva a mille), per un mercato enorme, qual´e´ quello della pubblicita´ televisiva (4.400 miliardi spesi dalle aziende solo nei primi nove mesi del ´98). Oggi, con la televisione satellitare a pagamento e con la pay-per view, la pubblicita´ in video rischia di vedere ridursi sempre di piu´ il proprio campo d´azione. E per voi, che fine fara´ lo spot in tivu´? Rispondete al nostro sondaggio o scrivete una vostra opinione in message board.


Tag:


Presente in:

Cultura - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)