Come giocano i più piccoli.

Psicologia - Infanzia



La Duracell Toy Survey, quest’anno alla sua settima edizione, fotografa i comportamenti dei bambini e delle famiglie in merito alle preferenze verso alcuni giocattoli e soprattutto riguardo alle imminenti feste natalizie.



Condotta tra maggio e giugno di quest’anno da NPD Group, una delle più autorevoli e prestigiose società di ricerca nel mercato dei giochi e dei giocattoli, lo studio ha sondato un campione di 900 bambini e 900 genitori in 9 paesi europei (Belgio, Francia, Italia, Germania, Olanda, Portogallo, Spagna, Svezia e Regno unito) a cui ha sottoposto una rosa di giochi e giocattoli selezionati tra le novità proposte dalle principali case produttrici (alla selezione appartengono sia i giocattoli a batteria che quelli senza batteria).



Incoronata come vincitrice della Duracell Toy Survey 2007, la magnifica casa a tre piani pluriaccessoriata 3 Story Dream House della Mattel è un vero paradiso agli occhi di ogni bambina e per il quotidiano relax di tutte le Barbie. Arricchita dai suoni tipici della casa (la stufa borbotta, il campanello fa “din don” per accogliere ogni ospite, lo sciacquone del bagno scorre), il giocattolo è stato molto richiesto dalle piccole come dalle più grandicelle ed è risultato vincitore anche in Belgio, Francia e Germania.



Al secondo posto si piazza l’agilissima Barbie radiocomandata My Scene Rollers Girls, sempre in movimento e dallo stile funky e sbarazzino. La seguono in classifica la macchina fotografica digitale della Fisher Price, robusta e facile da utilizzare anche per i più piccoli, la pista Hotwheels della Mattel, apprezzata e richiestissima dai maschietti più spericolati, la macchina radiocomandata Tunning RC MP3Hook Up di Nikko, che “sfreccia da qualsiasi parte ed emette vera musica” e, sempre firmata Nikko, la macchinina illuminata dal fascino senza età Alien Panic 2.



E ancora, al settimo posto si classifica come il giocattolo più creativo e stimolante Li’l Luvables Fluff Factory di Spin Master, un kit completo per creare teneri e morbidi peluches di pezza, seguito dal camioncino Hasbro Transformers Optimum lanciadardi.



Rimane un must in assoluto dal fascino eterno, il Cicciobello Bua giochi Preziosi, tenero bebè che “fa sentire come una vera mamma” ogni bambina. “Simpatico e utile per imparare”, infine, è il mappamondo interattivo Smart Globe di Oregon Scientific, che chiude la Top Ten della Duracell Toy Survey.



La ricerca rivela anche alcuni dati sociologici interessanti in merito alle abitudini, ai comportamenti dei bambini italiani in relazione al tempo libero Rispetto ai loro coetanei europei, i piccoli italiani amano trascorrere il tempo libero intrattenendosi con i giocattoli (40 per cento delle risposte rispetto ad una media europea del 23 per cento). Giocare all’aria aperta risulta essere la seconda preferenza dei bambini italiani, mentre Pc e videogiochi non la fanno da padrone e conquistano solo un terzo posto. Per quanto riguarda la tv, la percentuale dei bambini italiani che la guarda è diminuita sensibilmente rispetto agli anni passati: solo il 5 per cento dei bambini italiani trascorre il tempo libero dinanzi alla televisione contro una media europea dell’11 per cento. Dati incoraggianti per quello che riguarda il quadro generale sulle abitudini dei bambini ma scoraggiante quanto rilevato sullo sport: solo il 3 per cento dei piccoli italiani ne pratica uno (e citato solo dai maschietti!) contro il 9 per cento dell’Europa. Danza, musica e lettura sono state anche citate dai bambini nella fascia d’età 8 -10 anni.




Tag:


Presente in:

Psicologia - Infanzia

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)