Come scrivere un cv

Economia - Lavoro
Mi presento, sono il tuo cv

Mi presento, sono il tuo cv
Il curriculum vitae è il documento con cui si presenta la propria candidatura ad un´azienda, strumento fondamentale e punto di partenza nella ricerca di un lavoro.


Esistono modelli diversi di curriculum ma per dichiararsi tali devono tutti racchiudere dei tratti fondamentali, quelli cioè che designano personalità e percorso di vita di un individuo, ovvero: informazioni anagrafiche, percorso scolastico (in particolare nel caso di una persona priva di esperienza lavorativa) e competenze lavorative maturate nel corso degli anni.


Negli USA esistono aziende che si occupano di creare o revisionare cv a livello professionale, mentre in Italia questo tipo di attività è ancora poco diffusa: tuttavia in questi ultimi anni, specialmente con la crisi economica, si sta sviluppando una sensibilità nuova verso questa realtà e spesso CSL e Università promuovono seminari su come diventare dei bravi promoter di sé stessi attraverso la realizzazione di un curriculum efficace.


Il modello standard di curriculum vitae, quello in genere preferito dalle aziende e riconosciuto a livello europeo è il Curriculum Vitae "Europass", ciononostante in base al tipo di azienda per cui ci si propone si può scegliere se scrivere un cv "serio" e schematico oppure uno più "dinamico" e creativo.

Punti fondamentali di un cv completo

Punti fondamentali di un cv completo
Dati anagrafici
La prima sezione del curriculum vitae deve riguardare i dati anagrafici: nome, cognome, data e luogo di nascita, indirizzo, recapito telefonico, email, sesso e stato civile.


Percorso formativo
A seguire "Istruzione e formazione": deve essere inserito a ritroso il percorso di studi completo partendo dalla scuola superiore, includendo università ed eventuali dottorati o master. Indicare sempre il nome degli istituti, l´indirizzo e l´anno di inizio e fine del percorso di studi, nonché le discipline studiate e le conoscenze acquisite. Facoltativi il titolo della tesi e la votazione finale.


Esperienze lavorative
Alla voce "Esperienze professionali" devono essere riportati in modo chiaro e preciso i diversi lavori svolti. Ad ogni esperienza va legato il profilo ricoperto, per quanto concerne obiettivi e responsabilità (a seconda del caso: programmatore, oppure cameriere o barista etc.), specificando la durata dell´esperienza lavorativa. È consigliabile privilegiare quelle esperienze attinenti all´obbiettivo professionale (che faciliteranno la vostra assunzione) e non dimenticare di menzionare eventuali stage e/o tirocini.


Competenze tecniche, informatiche e linguistiche
Indicare in questa categoria le conoscenze informatiche, i linguaggi di programmazione conosciuti, specificando i sistemi operativi (Windows o altri), e le capacità di utilizzo dei principali pacchetti software (Word, Excel etc.). Indicare le esperienze specifiche su programmi grafici, gestionali e di database relativi alla professione da svolgere (ad esempio Cad per i disegnatori, Java per i programmatori). Aggiungere, se presenti, certificazioni o corsi di specializzazione frequentati.
Per la seconda voce riportare le lingue straniere conosciute specificandone il livello di padronanza per la comprensione orale e scritta, la conversazione e la produzione scritta. A tal proposito, per una maggiore precisione, è preferibile basarsi sul "Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue" (QCER). Indicare all´inizio la propria lingua madre. Anche in questo caso illustrare eventuali corsi frequentati e certificati conseguiti (che, se necessario, dovranno essere allegati al cv).


Altre informazioni
Informazioni più generiche ma ugualmente importanti, circa la disponibilità a trasferte e trasferimenti sul territorio, gli interessi (ad esempio lettura, arte, volontariato, etc.), le caratteristiche personali e le attitudini sociali. Non tralasciare aspirazioni e obiettivi professionali. Si tratta di informazioni utili al selezionatore per farsi un´idea a tutto tondo del candidato.

Il curriculum vitae: fare marketing di se stessi

Il curriculum vitae: fare marketing di se stessi
Aspetti importanti per un cv vincente sono anzitutto esperienze mirate, linguaggio, grafica e contenuti. Essenziali la sintesi e la chiarezza: è di norma preferibile che non si superino le 2 pagine di lunghezza. La propria presentazione dev´essere valorizzata in relazione all´azienda cui ci si rivolge, individuando quindi forma e linguaggio più adatti.
Non bisogna riportare tutte le informazioni allo stesso modo, ma far emergere le proprie competenze attraverso una scrematura tra le informazioni importanti e quelle che invece non lo sono. Mai mentire su capacità che non si possiedono ma piuttosto mettere in maggior risalto i propri "punti forti".


È necessaria chiarezza nella forma e nello stile: un curriculum vitae non dev´essere assolutamente disordinato e confusionario ma preferibilmente sobrio e di immediata lettura. Allo stesso modo, dev´essere dettagliato ma con informazioni brevi ed efficaci. Inoltre dev´essere costantemente aggiornato.


È consigliabile, inoltre, allegare al curriculum vitae una lettera di presentazione e una foto tessera; menzionare nel cv gli altri allegati quali certificati e attestati. Non dimenticare, infine, di riportare, al termine del documento, la seguente frase: "Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003". Senza questa autorizzazione le aziende, per legge, non possono né prendere in considerazione il curriculum né contattare il candidato.


Tag:


Presente in:

Economia - Lavoro

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)