Creatività, risorsa strategica da promuovere.

Cultura - Attualità



Dal 18 al 22 maggio 2005, alla Fortezza da Basso di Firenze, si svolge la prima edizione di Nuovo e Utile, festival dedicato alla creatività e all’innovazione. Cinque giorni per imparare, grazie all’aiuto di esperti in diversi campi d’azione, come utilizzare efficacemente i talenti, come trasformare intuizioni nuove in pratiche di successo nell’arte e nell’impresa, nel cinema, nella tecnologia e nel volontariato, nel design, nella scienza, nella letteratura. L’obiettivo è quello di promuovere una via nazionale e proficua alla creatività, intesa come necessaria premessa all’innovazione e come motore dello sviluppo delle persone e della società.


Sono oltre duecento gli eventi rivolti al grande pubblico e agli addetti ai lavori, compresa un’area speciale dedicata ai ragazzi e alle scuole. Il tutto suddiviso in sezioni (incontri, workshop, laboratori, seminari), ciascuna delle quali offre una diversa prospettiva con cui affrontare il tema “creatività”, che è complesso, appassionante, e oggi più che mai vitale. Le varie iniziative hanno una durata di due o tre ore e vanno scelte giorno per giorno; altre proposte, invece, (laboratori, tuttospot, NeU web) continuano per tutti i cinque giorni della manifestazione.


È possibile assistere alle ventinove Interviste che saranno rivolte a persone di talento, per sapere come lavorano, come inventano, come hanno scoperto la loro vocazione, come affrontano le difficoltà. Raccontano la loro esperienza esponenti del cinema (Pupi Avati e Paolo Sorrentino), della televisione (Laura Toscano e Piero degli Esposti), dell’architettura e del design (Enzo Mari, Francois Roche), della scienza (Elisa Molinari e Massimo Inguscio), dell’IT/Web (Roberto Galimberti, Presidente Etnoteam e Sabrina D’Orsi, Web designer), delle arti visive (il pittore Valerio Adami), dello sport (Juri Chechi e Gianmarco Pozzecco), della moda (Alessandro Dell’Acqua), della letteratura (Niccolò Ammaniti e Claudio Magris), del teatro (Moni Ovadia e Lella Costa), della musica (Carlo Fava, Giulio Casale eMassimo Bubola).


Gli incontri con i personaggi talentuosi di oggi saranno affiancati anche da alcune interessanti Lezioni sulla creatività, tenute dal neurobiologo Alberto Oliverio (Università La Sapienza), che spiegherà come interagiscono cervello, mente ed emozioni.


Tre grandi Laboratori-officina saranno aperti al pubblico, da mattina a sera, per tutta la durata del Festival: un’occasione rara per “fare” divertendosi e producendo oggetti non banali, in gruppo o da soli, sotto una guida amichevole ed esperta. Che cosa ti sei messo in testa?, a cura dell’Istituto Lucrezia Tornabuoni – Caterina de’ Medici e del Consorzio Il Cappello di Firenze, suggerirà materiali e consigli per costruirsi un cappello che potrà essere indossato durante la Notte Bianca, nel corso di un Bal en tête; il Laboratorio di sculture da viaggio, a cura di ISIA Istituto Superiore per le Industrie Artistiche, insegnerà a creare sculture in carta e cartone con la tecnica del kirigami che genera complesse figure spaziali; Il suono delle cose, infine, realizerà strumenti musicali da materiale di riciclo, sotto la guida di Maurizio Capone.


Tre Workshop saranno occasione per creare collettivamente una musica nuova: il pubblico sarà guidato e coinvolto attivamente dagli artisti nel processo creativo di musica e ritmo, musica e parole e musica e improvvisazione Il numero due e i valori possibili, con Mauro Pagani. E ancora: laboratori di specializzazione a numero chiuso, sotto la guida di un maestro eccellente, per 22 ore di lavoro nei campi di design, fotografia, teatro, IT-Web, scrittura.


Dal mondo dell’impresa e della ricerca, invece, verranno riportati fatti, esperienze, progetti e sfide. Un itinerario verso lo sviluppo sostenibile in territori dove l’arte e la scienza da sempre, felicemente, convivono. Cinque casi di successo sono stati selezionati e verranno presentati da Value Partners, la più grande società italiana di consulenza strategica: aziende italiane che hanno saputo promuovere al loro interno il processo creativo e hanno fatto dell’innovazione lo strumento principe della loro capacità competitiva. Pirelli pneumatici, Permasteelesa, Piaggio, Selenia Communications e Muvis.


NeU web sarà poi una non-stop lunga cinque giorni; uno spazio off line e on line dedicato alle nuove forme di informazione, comunicazione e interscambio di conoscenze. Le parole chiave: rete, media, contaminazione, weblog e giornalismo personale, nuovi modelli di giornalismo, syndacation, giovani, idee, tendenze emergenti, ironia. In Tuttospot saranno proiettate dieci ore di rassegna che riunirà tutto il meglio della pubblicità mondiale degli ultimi anni. Gli spot vincitori del Festival di Cannes, i backstage più spettacolari, gli showreel dei registi di tendenza, selezionati, montati e proposti dalla maggiore casa di produzione di spot in Italia.


E, per finire, lo speciale NeU 6-13, un festival nel festival, dedicato a bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni, in collaborazione con le scuole. NeU 6-13 è aperto alle visite individuali e alla partecipazione delle classi elementari e medie. Bambini e ragazzi, aiutati da animatori, potranno creare una filastrocca, un cartone animato, uno strumento musicale, un caleidoscopio, un articolo di giornale, una fotografia, un ritratto, una sceneggiatura, un brano musicale, un oggetto di legno. Ma anche assistere a performance interattive di teatro, musica, di giocolieri, oppure entrare a far parte di una vera e propria redazione giornalistica e realizzare un reportage fotografico sotto la guida di professionisti.


Nuovo e utile


18 - 22 maggio 2005


Dalle 9.00 alle 20.00


Fortezza da Basso, piazza Adua 1, Firenze


infoline 055 49 73 451


Tag:


Presente in:

Cultura - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)