Curiosità: cercasi amiche scomparse

Società - Donna



A scuola eravate inseparabili. Compagne di banco, confidenti, pronte a passarvi il compito di matematica e a sostenervi con lo sguardo (e qualche muto suggerimento) durante l´interrogazione. Poi, gli anni e banalmente la vita, vi hanno separate. Ma la nostalgia dei vecchi tempi potrebbe fare meno male se solo riusciste a rincontrarvi, a ristabilire l´antico legame. Sì, ma come? Ancora una volta la rete di internet può esservi d’aiuto.




Non è facile, in quest´era di privacy ultraprotetta, recuperare un numero di telefono. Figuriamoci risalire al recapito di una persona che, sposandosi, ha sicuramente preso il cognome del marito “perdendo” il proprio e con lui la visibilità, la possibilità stessa di essere rintracciata. Ecco perché va visto come un´occasione da prendere al volo il nuovo sito www.siamotornate.it messo in rete da una società che risponde al nome di Boneidea e che al grido di ´”Riprendiamoci la nostra identità! Cerchiamoci ragazze” aiuta a ritrovare l´amica partendo proprio dal suo cognome da signorina.



Vediamo, praticamente, quel che c´è da fare: sull’homepage di Siamotornate.it, nella colonna di sinistra sono evidenziati i bottoni Registrati e Cerca (indipendenti l´uno dall´altro). Entrambi rimandano a un form prestampato: nel primo vanno indicati i propri dati anagrafici, l´eventuale soprannome, e poi grado, nome, anni, città in cui ha sede la scuola; in questo modo ci si rende visibili e si dà la possibilità a qualche vecchia compagna di rintracciarci.




Complementare al servizio Registrati, Cerca è invece il mezzo per ritrovare l´amica sapendo di lei nome, cognome da nubile, soprannome e, ovviamente, scuola frequentata. Vogliamo offrire una chance - ha spiegato Andrea Nesi, il manager romano che con l´informatico genovese Bruno Boz e il filosofo napoletano Giancarlo Maresca costituisce il nucleo centrale di Boneidea - a tutte queste donne irrintracciabili (con metodi consueti e semplici)”.




“Incredibilmente – continua Nesi – quest’idea mi è venuta quando una mia zia ha posto il problema: E´ possibile mai che io non sia in grado di rintracciare le mie compagne di studio e queste ultime altrettanto nei miei confronti?. Di qui abbiamo realizzato una struttura semplice ma efficace che potesse dare risposta alla domanda di mia zia, rappresentante di una categoria. Quanto al mezzo, il web, questo “sconosciuto” per gran parte delle persone di una certa età, Nesi non vi vede nessun limite: Speriamo che le donne più anziane, che hanno scarsa dimestichezza con Internet, possano contare sull´aiuto di figli e nipoti navigatori per registrarsi.


Tag:


Presente in:

Società - Donna

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)