Divorzi: un sito inglese lancia la separazione online

Cultura - Attualità



Separati dalla rete. Ed in senso reale, altro che virtuale. In Inghilterra grazie ad un sito che promette separazioni online rapide e a buon prezzo (tramite l´invio di un kit di documenti legali per le coppie in crisi). In Italia, invece, per colpa di Internet: sono gia´ tre i casi accertati di divorzi causati dalle passioni sfrenate per le chat (e soprattutto dei loro utenti) ma, avvertono gli psichiatri, le storie si moltiplicano.

Ma veniamo al sito inglese. Si chiama Desktop Lawyer ed e´ nato dall´iniziativa di un avvocato londinese, di nome Richard Cohen. Il suo successo e´ stato talmente strepitoso che migliaia di persone sono ricorse al kit preparato dal sito per separarsi: ben 12 mila, ovvero il sei per cento di tutti i divorzi consensuali di Inghilterra e Galles (che erano 147 mila nel 98 per una media record di 12 mila separazioni al mese). Desktop Lawyer promette semplicita´ e risparmio, ma solo nel caso di separazioni consensuali, ovvero quando i due coniugi sono gia´ d´accordo praticamente su tutto.

In pratica, spendendo 59,99 sterline (180 mila lire), si puo´ scaricare dal sito l´Undefended Divorce Package, un kit preconfezionati di documenti legali gia´ pronti, semplicemente da compilare inserendo i motivi del divorzio e da consegnare poi al giudice. Se si considera che per una causa di divorzio un buon avvocato inglese chiede non meno di 400 sterline (un milione e 200 mila lire), i conti sono fatti ed il risparmio assicurato. Sempre in rete si puo´ comprare una telefonata supporto legale (1,75 sterline al minuto, circa 5200 lire), per ricevere, in voce, tutte le rassicurazioni del caso.

Chissa´ se sarebbero contenti di usare il kit per il divorzio anche quelle coppie che in Italia si sono separate proprio a causa di Internet. L´allarma l´ha lanciato Tonino Cantelmi, psichiatra dell´universita´ Gregoriana e ideatore del sito www.psicoinside.it dedicato ai dipendenti dalla rete: Per ora abbiamo accertato tre casi di separazioni da chat. Ma stiamo approfondendo altri contatti. E´ un fenomeno curioso e interessante. In genere sono coppie stabili, sposate, apparentemente affiatate.

Funziona cosi´: uno dei partner, piu´ spesso la moglie, comincia a tessere relazioni affettive online, veri amori virtuali dove pero´ i due non si incontrano mai. Non c´e´ il consumo del tradimento ma ne esce un deterioramento dei rapporti e della fiducia tra i coniugi che in qualche caso porta inevitabilmente alla separazione. E voi, che ne pensate? Credete che Internet possa contribuire a far aumentare, in un modo o nell´altro, il numero dei divorzi?
Rispondete al nostro sondaggio o dateci un parere in message board.



Tag:


Presente in:

Cultura - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)