Donne e potere: il 1999 e´ stato il loro anno

Cultura - Attualità



In politica e nella cultura. Ma anche nello sport e nell´economia. Il potere e´ donna. Mai come in quest´ultimo anno del millennio le donne sono state cosi´ sugli altari. Sono navigatrici piu´ attente e curiose, sanno fare gli affari meglio dei maschietti, sono mediatrici piu´ scaltre e irremovibili e anche nello sport stanno dimostrando il loro grande valore.

Donne protagoniste, quindi. Soprattutto in America, dove fioccano le classifiche dedicate alle piu´ potenti, tanto che nella Bestsellers List del New York Times le donne occupano ben nove dei primi quindici posti. Ma veniamo ai nomi di queste donne al top nei singoli settori: George, il magazine ideato dallo scomparso John Kennedy Jr. mette sugli altari il segretario di stato Madaleine Albrigh, 62 anni, la mediatrice del Kosovo, ma anche la campionessa della nazionale calcio femminile Mia Hamm (celebre il suo reggiseno al vento esposto di fronte a milioni di persone dopo il suo gol nella finalissima della Coppa del Mondo di calcio che e´ valsa la vittoria agli Stati Uniti) e la coraggiosissima regista cinese Joan Chen (bandita in patria).

E´ soprattutto nell´economia pero´ che la rivoluzione rosa sta facendo passi da gigante. Il mensile di economia Fortune ha eletto Carla Fiorina, 45 anni da nonni italiani, amministratore delegato della Hewlett-Packard, e´ la numero uno, seguita da Meg Withman, 42 anni, presidente della Florists Transworld Delivery, e da Jill Barad, presidente e amministratore delegato della Mattel, la casa produttrice della Barbie. Aspettiamo solo che una donna venga eletta presidente - ha detto Patricia Ireland presidente della National Organization for Women - e che tra i 535 deputati al Congresso americano di raddoppi la presenza delle donne. Oggi sono solo 64.

In Italia sta andando forte Marina Berlusconi, 32 anni ma con un cognome che apre tutte le porte, che quest´anno ha vinto il Premio Marisa Bellisario dedicato alla miglior imprenditrice donna del nostro paese. Ma molte altre scalpitano per il ruolo di prima donna nel Duemila: da Emma Marcegaglia, presidente dei giovani di Confindustria, all´ex europarlamentare Luisa Todini, da Giustina destro, sindaco di Padova, a Miuccia Prada, nuova stella della moda alle prese in questi giorni con la Coppa America di vela in Nuova Zelanda con la barca sponsorizzata dalla sua azienda. E voi, credete che il Duemila saranno l´anno del potere alle donne? Rispondete al nostro sondaggio o dateci un parere in message board.


Tag:


Presente in:

Cultura - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)