Donne soldato: il via nel 2000

Cultura - Attualità



Adesso e´ ufficiale. Anche in Italia - buona ultima dei paesi Nato - le donne potranno fare il soldato. Saranno militari professioniste volontarie, con gli stessi diritti dei colleghi maschi. La legge - chiamata Legge Spini dal presidente della commissione difesa Valdo Spini - e´ stata finalmente votata, dopo decenni di attesa, il 30 settembre scorso e i tempi per l´applicazione saranno davvero brevi (si parla di sei mesi). A meta´ del Duemila quindi, le prime italiane potranno indossare la divisa.

La legge prevede un tetto di 20 mila soldati donna, su un totale di 200 mila. Potranno svolgere il servizio militare - nelle tre armi dell´esercito, della marina e dell´aviazione e nella Guarda di Finanza - donne sino ai 32 anni d´eta´ come avviene gia´ per gli uomini (ma nei primi tre anni l´eta´ sara´ alzata sino a 35). Dovranno essere alte almeno 1 metro e 50 ed avere una massa corporea robusta. Lo stato garantira´ la pari opportunita´, sia per quanto riguarda l´accoglienza nelle caserme che per la tutela della carriera delle donne, cosi´ come sara´ tutelato anche il diritto alla maternita´. Inizialmente non potranno andare in prima linea, ma avranno solo compiti logistici.

La rivoluzione delle donne-soldato arriva a colmare una lacuna che solo l´Italia vantava tra i paesi Nato, in cui le donne nelle Forze Armate sono gia´ 278 mila (198 mila americane, 27 mila francesi, e 16 mila britanniche). Cosi´ come cadra´ anche la leva, a partire dal 2005, quando tutti i soldati italiani, uomini e donne, saranno professionisti. E secondo voi, le donne soldato riusciranno meglio dei maschi? Rispondete al nostro sondaggio o dateci un parere in message board.


Tag:


Presente in:

Cultura - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)