Economia - Lavoro



Trovare un posto di lavoro è diventato un´impresa ardua, che va ben oltre la banale iscrizione al locale ufficio di collocamento grazie al quale i nostri nonni e i nostri padri potevano verosimilmente sperare di trovare un buon lavoro sul quale costruire un passo alla volta il proprio futuro
Da quando è entrata a far parte del mondo del lavoro la donna non si è più fermata e, tralasciando lustrini e merletti (per quanto possano essere adorabili), ha iniziato la sua scalata nel mondo del lavoro! Nell´epoca della tecnologia sono sempre più numerose le donne che decidono di intraprendere carriere lavorative che non si limitano ai soliti "lavori femminili". Se fossimo vissuti nell´epoca vittoriana avremmo trovato assurdo che una adorabile fanciulla di buona famiglia preferisse lavorare che prendere marito e formare una famiglia, no che all´epoca le donne non lavorassero, anzi tutti noi abbiamo appreso da libri di storia come a partire dall´età i dustriale le donne incominciarono a lavorare nelle fabbriche (aimé se pure sfruttate e sottopagate). Oggi invece chiediamo solo uguaglianza tra uomo e donna poiché entrambi dotati di pari intelligenza e capacità. Ricordiamo infatti al sesso forte che non sono gli unici a poter fare lavori che richiedono una forza fisica non indifferente o a poter sedere a più alti vertici di una azienda. Ne è una forte dimostrazione il nuovo governo italiano: su ventuno ben sette ministri sono di sesso femminile! Insomma la grande donna si è stancata di stare dietro il grande uomo e prende le redini del comando. Ma non per questo dobbiamo andare di contro tutte quelle donne che,ad una cariera che non permette di concigliare casa e lavoro, preferiscono la famiglia. Sono grandi donne che scelgono di sacrificare una parte della loro vita per amore dei propri figli! La colpa è di certo di una società che non appoggia le donne in cariera ma anche della crisi del lavoro. La pura realtà è che si preferisce una giovane e bella ragazza ad una donna sposata e con bambini. Questi richiedono cure ed attenzioni, giorni di permesso per e eventuali malattie e non parliamo poi di una nuova gravidanza! Ma in tempi come questi un proprietario di un negozietto pensa soltanto a ciò che riempie le sue tasche e maternità ed ore di allattamento non rientrano. Ma grandi passi ha già compiuto la donna nel mondo del lavoro e tanti altri ne compirà.

Lavoro: i posti di domani


Un po’ scienziato e un po’ informatico. E’ la figura professionale del futuro in Italia, che vedrà un aumento dell’occupazione di due milioni di persone. E saranno proprio le donne a far ...

Continua

Lavoro: l’ufficio a domicilio.


Sono quasi due milioni i telelavoratori italiani, un settore in espansione anche perché fa risparmiare le aziende. Ma ancora in attesa di una legislazione “ad hoc”.

Continua

Occupazione: rallenta il mercato.


Manpower, previsioni sull’occupazione: diminuiscono i nuovi posti di lavoro in quasi tutti i settori di attività. Un moderato dinamismo si riscontra solo nel Commercio.

Continua

Design: donne creative


Poche ma buone. Sono le donne designer, emerse in una professione ancora prettamente maschile. Ma che stanno acquisendo importanza e occupano posti di prestigio. Ecco le loro storie.

Continua

Mercato del lavoro in italia: secondo il censis poca mobilità ne è la principale caratteristica.


Il rapporto annuale del Censis fotografa il mondo del lavoro. Decresce quello autonomo e diventa sempre più difficile lasciare il vecchio impiego per uno nuovo.

Continua

Lavoro e felicità: un binomio possibile?


Quanti di noi possono dichiararsi davvero soddisfatti del proprio impiego? Secondo una ricerca francese soprattutto chi ha un buono stipendio ed un impiego creativo o di responsabilità.

Continua

Gli italiani e il lavoro


Uno su due è pronto a trasferirsi all´estero

Continua

Lavoro: manager in ufficio, mamme a casa.


Altro che settimana corta. Le manager milanesi passano 80 ore la settimana tra ufficio e cura della casa. Ed il tempo libero si riduce drasticamente.

Continua

Donne e lavoro: su 100 posti, 85 sono loro


Cresce il numero delle occupate, ma solo per il lavoro autonomo e il part time. Ed in ruoli marginali che richiedono tanta flessibilità e poca professionalità.

Continua

Lavoratori italiani: insoddisfatti e senza tempo libero.


In occasione del recente No Stress Monday, la prima giornata dedicata al benessere in ufficio, il settimanale Economy ha pubblicato la prima ricerca sul benessere dei lavoratori europei.

Continua
«  1  |  2  | 3 |  4  |  5  |  6  |  7  |  8  |  9  |  10  |  11  |  »   Pagine 3 di 11