Fumo: clinton fa causa alle multinazionali del tabacco

Medicina - Attualità



Altro grosso colpo messo a segno dalla campagna anti-fumo dell´amministrazione Clinton. Janet Reno, ministro della Giustizia Usa, ha annunciato il 22 settembre scorso una nuova battaglia legale contro otto grandi produttori di tabacco, tra cui Philip Morris, J. Reynolds e American Tobacco. La causa intentata dal Governo Clinton (che tra l´altro, e´ bene ricordarlo, ogni tanto qualche sigaro se lo fuma ed ha ammesso che in gioventu´ ha provato anche uno spinello di marijuana), si basa soprattutto sui 20 miliardi di dollari (36 mila miliardi di lire) che lo stato paga per curare le malattie croniche e acute provocate dal fumo.

E´ indubbio che la nicotina abbia effetti devastanti sul nostro organismo e che sia la causa diretta di 3,5 milioni di morti all´anno (400 mila solo negli Stati Uniti). Da i brividi il dato che i fumatori che iniziano da adolescenti a fumare regolarmente, hanno il 50 per cento delle probabilita´ di morire per un cancro ai polmoni, solitamente prima dei 70 anni, perdendo cosi´ ben 22 anni rispetto alle normali aspettative di vita. E nonostante le molte campagne, non solo americane, contro il fumo, e´ stato previsto che nel 2020, ovvero tra vent´anni, il fumo diventera´ la prima causa di morte al mondo.

Dati davvero sconfortanti, ma che comunque non mettono al sicuro l´amministrazione Clinton dal vincere questa causa, e le multinazionali del tabacco hanno gia´ annunciato dura battaglia. Infatti, nonostante i molto mega risarcimenti gia´ ottenuti sia da stati come il Texas (15,3 miliardi di dollari), sia da privati cittadini che hanno avuto parenti vittime di cancro ai polmoni (la Philip Morris a marzo ha pagato 80 e 51 milioni di dollari in due cause individuali), il risultato non e´ affatto scontato. Philip Morris e le altre ditte giocheranno tutto sul fatto che le persone che fumavano erano ben a conoscenza dei danni che il tabacco causava loro. E gia´ nel luglio scorso si sono avute le prime avvisaglie di una controtendenza nei giudizi delle giurie popolari: la Rjb Nabisco (Camel) e´ stata assolta dall´accusa di aver procurato la morte di un´accanita fumatrice. E voi, che ne pensate? E´ giusta la campagna anti-fumo dell´amministrazione americana? Rispondete al nostro sondaggio o dateci un parere in message board.


Tag:


Presente in:

Medicina - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)