Genetica: alla scoperta dei segreti della vita

Medicina - Attualità



Stop alle malattie genetiche. E stop soprattutto alle cure dolorosissime come la chemioterapia e le terapie a base di radiazioni per curare il cancro. In un futuro prossimo venturo, ricerca permettendo, potremmo davvero vivere oltre i 100 anni in piena salute. Tutto merito del rivoluzionario Progetto Genoma, che sta entusiasmando i medici e gli scienziati di tutto il mondo. Il progetto, che intende mappare la sequenza di oltre 3 miliardi e 100 milioni di lettere che compongono il codice genetico umano, il celebre Dna, potrà così finalmente chiarire una volta per tutte il segreto della vita. E liberarci dalle malattie.La corsa alla mappatura del nostro Dna è iniziata ai primi anni Novanta ma solo di recente ha cominciato a dare risultati sorprendenti. Innescando anche una gara tra i ricercatori di mezzo mondo per arrivare per primi alla meta. Il 6 aprile scorso ha sbalordito tutti la notizia dell´identificazione completa dei geni da parte della Celera Genomics, azienda bio-tech che ha sede a West Gude, tra le colline del Maryland, a circa 30 chilometri dalla capitale. Fondatore dell´azienda americana è Craig Vender, 53 anni, reduce dal Vietnam, che in un solo anno, grazie a 800 elaboratori potenti come quelli del Pentagono, è riuscito a portare i suoi collaboratori alla grande impresa.Ma anche a far schizzare verso l´alto le quotazioni della sua società, innescando un vero e proprio business basato sulla genetica. I padroni dei geni - ha detto lo studioso statunitense Jeremy Rifkin, autore del best-seller I signori del bio-tech - governeranno il ventunesimo secolo. Ma se non si blocca la possibilità di brevettare la vita umana, per l´uomo si prospetta una nuova schiavitù. La notizia del risultato ottenuto dalla Celera, però, ha dei limiti. Serve ora comprendere in pieno il funzionamento di ogni singolo cromosoma per avere i risultati sperati. Il 14 aprile scorso sono stati decrittati dai ricercatori dell´Istituto del genoma di Walnut Creek, in California, i primi tre cromosomi, il 5 (che occupa il 6 per cento del genoma), il 16 ed il 19. I tre cromosomi contengono oltre 300 milioni di coppie di basi, vale a dire 10-15.000 geni, ossia l´11 per cento circa del genoma umano.Ma perché il Progetto Genoma è così importante? Con l´identificazione dei geni umani, i medici avrebbero a disposizione praticamente il libretto di istruzioni per la costruzione ed il funzionamento del corpo umano. I dati raccolti potrebbero essere contenuti in un semplice Cd-rom, ma il loro utilizzo avrebbe applicazioni entusiasmanti. Basti pensare che, ad oggi, i ricercatori hanno identificato oltre 8 mila malattie legate ai geni umani, malattie sinora considerate mortali come il cancro, il morbo di Parkinson e quello di Alzheimer, l´arteriosclerosi, il diabete, l´epilessia, la leucemia e persino l´obesità. Che, grazie, all´identificazione dei geni responsabili, potrebbero essere curate facilmente.E voi, credete che il Progetto Genoma rivoluzionerà la nostra salute o sarà solo un business per ricchi? Rispondete al nostro sondaggio o dateci un parere in message board.


Tag:


Presente in:

Medicina - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)