Hobby: tempo di quilts

Società - Casa



Quando la stoffa diventa arte. E pensare che tutto era iniziato per recuperare i vecchi ritagli di stoffa e tessuto. Si faceva così, una volta, nella vecchia Europa, ma oggi non è più solo così. Parliamo di patchwork, la tecnica di cucito che consiste nel mettere insieme vari pezzi di stoffa di diverso colore e fantasia per fare oggetti di tipo diverso, dai copriletti agli arazzi, sino a ricoprire delle bamboline o dei pupazzi di polistirolo.

La voglia di patchwork (dall´inglese patch, toppa e work, lavoro) è relativamente giovane in Italia, mentre negli Stati Uniti è seguita già da tempo, ma ha però già affascinato molte donne, dando loro la possibilità di esprimere la propria creatività attraverso l´uso del tessuto. Oggi i quilts, così si chiamo i risultati di un lavoro di patchwork, sono diventati un elemento decorativo di gran moda, da mettere in mostra.

Nata come arte povera oggi conta numerose associazioni in tutto il mondo, tra cui la Quilt Italia, Associazione Italiana Patchwork (via Europa, 12 - 31040 Postioma, TV), che organizza concorsi per i migliori lavori. Uno dei più importanti è il concorso nazionale Arte & Patchwork, realizzato per il Salone del Fai-da-te e del Bricolage di Vicenza, che si terrà dal 10 al 18 marzo. Ogni concorrente potrà partecipare inviando al massimo 2 quilts (di misura 80x80 cm.) realizzati a macchina o a mano. La consegna dovrà avvenire entro il 31 gennaio 2001.

Una giuria di esperti e direttori di riviste specializzate (tra cui ci sarà anche Spaziodonna) giudicherà i quilts e premierà i tre migliori. Per partecipare basta inviare la scheda di adesione ed i quilts alla Fiera di Vicenza, via dell´Oreficeria, 16 - 36100 Vicenza. Per informazioni: architetto Lea Di Muzio tel. 0575/365539, fax 0575/365100.



Tag:


Presente in:

Società - Casa

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)