Hobby: tornano le case di bambola

Società - Giochi



Mini è bello, se poi sembra più vero del vero del vero, allora è decisamente stupefacente. Stiamo parlando di uno degli hobby che richiedono la più grande pazienza e perizia tecnica. Ovvero quello della costruzione delle Case di Bambole, o Dollhouse come sono più note nel mondo anglosassone.

Un mondo a sé, che richiede un abilità certosina oltre che una grande passione, per il quale adesso è nata anche la prima rivista di settore in Italia. Si chiama La bacchetta magica ed è edita dal Dreams Studio di Monza (tel. 039/322320; e-mail: dreams.studio@galactica.it). Sfogliando le pagine del primo numero (uscito nell´aprile scorso) si entra in un mondo magico dove il piccolo è ricostruito in maniere assolutamente sbalorditiva. Tanto che si fa davvero fatica a credere che le costruzioni realizzate, perfettamente arredate sin nei più piccoli particolari e accessori, siano a scala 1 a 12, che è internazionalmente la più usata.

La passione per le Case di Bambole era già di moda trecento anni fa un po´ in tutta Europa, ma soprattutto in Germania, dove si costruivano case di bambola all´interno di armadi: quando le porte dell´armadio erano aperte, venivano mostrate tutte le stanze della casa, dallo scantinato all´attico. Le case erano alte talvolta anche 2 metri o 2,5 metri ed erano create per gli adulti. Alcune di queste case sono oggi nei musei.

Queste case erano così costose che solo le persone più ricche potevano possederne una. Il russo Pietro il Grande ne ordinò una, ma quando fu finita si rifiutò di pagarla perché costava troppo anche per lui. La moglie del re di Gran Bretagna Giorgio V era appassionata di Dollhouse: ne possedeva una costata un patrimonio completa di veri pianoforte e dipinti di veri artisti. La casa di 11 stanze dell´attrice americana Colleen Moore è alta 3,5 metri, larga più di 2,5 metri ed è costata un milione di dollari (un candeliere del salotto è decorato con veri diamanti ed altre pietre preziose).

Oggi chi si vuole occupare di questo hobby fortunatamente non deve possedere un milione di dollari ed esistono diverse possibilità. Sia per le case che per i mobili esistono dei kit che contengono tutto il materiale necessario alla costruzione. Se si ha una certa manualità si può costruire tutto da soli, ma è meglio iniziare da case molto semplici (fatte usando delle scatole) e arredate con oggetti creati con materiale di recupero (es. piccole scatole, cartone, carta). Per chi fosse interessato, la rivista La bacchetta magica contiene una serie di indirizzi utili su tutti i negozi specializzati nel settore d´Italia.



Tag:


Presente in:

Società - Giochi

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)