Hobby: viva il patchwork

Società - Casa



Straordinari quadri con ago e filo. Sono patchwork, hobby seguitissimo soprattutto negli Stati Uniti e nei paesi di lingua anglosassone, ma che sta nascendo e si sta sviluppando anche da noi, con ottimi risultati. Prova ne è il grande successo del concorsoArte & Patchwork, le cui opere saranno esposte da oggi sino al 18 marzo al Salone del fai-da-te e del Bricolage presso la Fiera di Vicenza. Che, nelle parole della presidente dell´associazione Quilt Italia, la più importante a livello nazionale, Iolanda Garofalo, dimostra la grande qualità raggiunta dal quilting italiano.

Letteralmente la parola patchwork deriva dall´inglese patch (toppa) e work (lavoro), quindi lavoro a toppe. Il patchwork è un´arte molto antica: nel medioevo i Crociati che tornavano dall´Oriente indossavano sotto l´armatura indumenti a più strati, cuciti insieme, per proteggersi dal freddo e dal disagio provocato dalle armature. In seguito le donne acquisirono questa lavorazione e la svilupparono fino a farla diventare espressione di creatività. Oggi un buon quilting può richiedere anche due anni di lavoro. Raramente vengono venduti, ma se lo fossero il loro prezzo potrebbe facilmente raggiungere il milione e mezzo di lire.

Furono i pionieri inglesi, francesi e olandesi a portare in America le loro conoscenze sul patchwork e pian piano questa lavorazione divenne una tradizione radicata in tutti gli Stati Uniti, dove quest´arte oggi tocca il massimo splendore. Anche l´Italia ebbe un periodo fiorente di patchwork, ne sono una testimonianza i quadri del pittore Simone Martini e i coloratissimi stendardi del palio di Siena. Gran parte dei mosaici, pavimenti e affreschi delle nostre chiese, inoltre, rappresentano continua fonte d´ispirazione e molti dei disegni sono stati ripresi e trasposti in bellissimi quilts. Non di rado le artiste americane vengono a fotografare i siti archeologici italiani e scrivono libri dedicati al patchwork prendendo spunto dall´arte italiana.

Arte & Patchwork, evento principale del Salone del Fai da te e del bricolage, è stato promosso dalla Fiera di Vicenza in collaborazione con Quilt Italia Associazione Nazionale Italiana Patchwork (via della Meccanica, 14 - 04011 Aprilia, LT; tel. e fax. 06/9283512; e-mail: quiltitalia@libero.it) e coordinato dall´architetto Lea Di Muzio. Il concorso, nato con l´intento di mettere in competizione le appassionate di questa tecnicaoffrendo loro un importante momento di confronto e di scambio, era incentrato sul tema la natura. I numerosi quilts pervenuti (oltre un centinaio) sono stati selezionati da una giuria, formata dai direttori e curatori di riviste specializzate nell´hobbistica decorativa(tra cui anche il web editor di Spaziodonna) ed ai primi tre sono andati i premi offerti dall1azienda Del Vecchia consistenti in raffinate macchine per cucire Bernina.


Tag:


Presente in:

Società - Casa

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)