I benefici dell’allattamento

Medicina - Mamme



L’allattamento al seno fa bene. Al pargolo ma soprattutto alla mamma, come arma preventiva contro il cancro alla mammella. La conferma dei suoi benefici arriva da uno studio dell’équipe epidemiologica del Cancer Research di Oxford, che ha confrontato 50 mila donne con tumore al seno e 97 mila sane. Ebbene le prime avevano meno figli e molto di loro non avevano mai allattato.



Sulla base di questi dati i ricercatori inglesi hanno calcolato che il rischio di sviluppare il cancro al seno scende del4,3 per cento ogni dodici mesi di allattamento, cui va aggiunta una diminuzione del 7 per cento per ogni figlio allattato. In pratica, basterebbe che le mamme allattassero i loro figli almeno per i primi sei mesi per ridurre di ben il 40 per cento l’incidenza del cancro alla mammella, che in Italia conta 32 mila nuovi casi ogni anno.



Tutto merito della prolattina, l’ormone deputato a stimolare la produzione di latte nelle donne. Questo, infatti, permette alle cellule della ghiandola mammaria un ricambio ad ogni gravidanza o allattamento, impedendo la formazione del tumore. L’allattamento, inoltre, diminuisce l’ovulazione riducendo l’esposizione agli ormoni femminili, potenzialmente cancerogeni.



Ai benefici diretti per la salute della mamma (oltre a quelli citati ci sono la diminuzione dei rischi di emorragie post-parto, un recupero più rapido ed una protezione per l´osteoporosi), si aggiungono poi quelli per il bambino. Il latte materno protegge il piccolo da forme infettive e allergie, dà un miglior apporto nutrizionale e migliora anche l´aspetto psicologico e intellettivo. Molti effetti positivi derivano anche dal consolidamento del rapporto affettivo e psicorelazionale tra madre e figlio.



Ma se nei paesi nordici l’allattamento al seno è una prassi consolidata (in quelli scandinavi lo pratica il 90 per cento delle mamme), da noi continua ad essere un po’ trascurato. Secondo l’Istat le donne che allattano da subito dopo il parto sono l’81 per cento, ma solo il 30 per cento arriva al quarto mese senza integrare con latte in formula, e poco meno del 20 per cento al sesto. Senza tralasciare i costi che pesano sul bilancio familiare causa l’elevato prezzo del latte artificiale: conti alla mano, la spesa per l´allattamento del bambino con il biberon nel primo anno di vita, può arrivare facilmente ai mille euro.




Tag:


Presente in:

Medicina - Mamme

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)