Il “green”: campo di gioco e palestra di vita

Sport - Attualità



Siete alla ricerca di un’attività fisica davvero speciale, che mantenga allenati i muscoli ma soprattutto la mente? Allora il golf è lo sport che fa per voi.
Di origini antichissime (pare che già i legionari romani praticassero un’attività del tutto simile e basata sull’uso di un bastone ricurvo per colpire palle fatte di pelle compressa), il golf viene tenuto ufficialmente a battesimo dal Royal ancient golf club of St. Andrews in Scozia, che nel 1775 organizza i primi tornei e fissa le tredici regole base per giocatori ed ospiti.




Una gara di golf può essere a buche o a colpi. Nel primo caso la vittoria consiste nell’aggiudicarsi il maggior numero di buche, nel secondo invece vince chi termina il giro con il minor numero di colpi. Un campo standard include diciotto buche, ossia aree comprese tra il “tee” (punto da cui si batte la palla) e il “green” su cui si trova la buca vera e propria. La distanza varia da 90 a 540 metri ed ogni buca presenta ostacoli differenti. Sono 34 le regole ufficiali di questo sport, ma ancor più importante è l’etichetta, che prevede il rispetto del campo e dei giocatori. Ogni principiante, prima di avere accesso ai campi da golf, deve sostenere un esame; dopodichè, con il suo “handicap”, ottenuto in gare riservate ai non classificati, potrà gareggiare alla pari con i giocatori di livello superiore.



Il golf è innanzitutto un impegno fisico, che coinvolge una serie di fasce muscolari. Nel gesto di colpire la palla, infatti, si utilizzano i muscoli dorsali, quelli del braccio, dell’avambraccio, delle gambe e dei glutei. La peculiarità di tale sport è che lo sforzo non raggiunge mai un picco, ma si prolunga nel tempo e dura dalle quattro alle cinque ore. Durante tutto questo tempo il gioco richiede controllo e concentrazione, necessari per vincere l’ansia del colpo e l’impazienza di arrivare in buca. A differenza di altri sport, il golf non implica uno scontro diretto: la vittoria spetta al migliore, ma spesso l’avversario non si trova nel proprio gruppo e sfugge al nostro controllo fino alla fine della gara, quando i risultati finali ci sveleranno se lo abbiamo realmente battuto. È uno sport che non prevede un arbitro, ma la cui essenza è l’onestà con se stessi. Quale migliore esercizio mentale per sviluppare l’autocontrollo, la calma, l’ottimismo e l’umiltà, requisiti fondamentali per riuscire a vincere lo stress quotidiano?




Lontani da problemi e preoccupazioni, immersi in scenari naturali pacificanti, uomini e donne ne possono trarre effetti rilassanti e rigeneranti quanto quelli di una seduta di meditazione o di una lezione di yoga. Le donne in gravidanza possono praticarlo in assoluta tranquillità e chi soffre di depressione ne trae beneficio, perchè tale attività stimola la produzione di serotonina.
Le diciotto buche dalle quali sono composti i campi, alternano verdissimi farway a laghetti e bunker di sabbia, che creano oasi di verde anche a ridosso delle metropoli, se non addirittura al loro interno. Tanto che il golf, nato come sport misogeno, si sta trasformando in un’attività di coppia, mentre sono sempre più numerose le famiglie che scelgono di trascorrere la domenica giocando immerse nel verde.

Sì, perchè a questo sport, così come al nuoto, ci si può avvicinare sin da bambini. C’è chi dice che il campione Tiger Woods abbia iniziato a giocare all’età di due anni. È importante però che i più piccoli siano iniziati al golf in gruppo, per viverlo come un’occasione di socialità e divertimento. I bastoni per i più piccoli sono in plastica, per evitare alla schiena uno sforzo eccessivo. L’istruttore si pone innanzitutto quale modello di comportamento, senza insistere particolarmente sulla tecnica di gioco, oggetto delle lezioni verso i 10 anni, per affinarsi insieme allo sviluppo fisico dei giovani. In questo modo il golf diviene un’ottima possibilità di aggregazione, a cui si aggiungono le varie iniziative organizzate dai circoli: tornei di carte, partite di tennis, cene in compagnia. Con una fondamentale regola da rispettare: in ogni golf club ci si dà sempre del tu.



Tag:


Presente in:

Sport - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)