In tavola si servono massaggi

Società - Casa



Dopo pranzo vi attende una snervante riunione di lavoro? Niente paura, per rientrare rilassanti in ufficio basta un pranzo a base di massaggi. Sì, è proprio questa l’ultima trovata approdata in Italia e pensata per chi va sempre di corsa ed è sottoposto ad un continuo stress. Antipasto, primo e secondo e poi...pausa massaggio. Tutto senza alzarsi da tavola.




Bastano 5 o 10 minuti ed un paio di mani esperte per distendere i muscoli contratti e ripristinare una corretta respirazione. Risultato: si mangia meno e si gusta di più. E, tornati al lavoro, si è ritemprati nel corpo e nello spirito, pronti per affrontare il resto degli impegni con rinnovata lucidità.




L’idea nasce per iniziativa dell’AEMO, associazione europea massaggiatori olistici, che ha organizza corsi di specializzazione per massaggiatori da ristorante. Prime tappe l’Oasi di Piacenza e l’agriturismo Il Corno di San Casciano, sulle colline toscane. I corsi hanno la durata di due giorni e costano 170 euro, inclusi vitto e alloggio. A Milano la terapia antistress è approdata in alcuni locali, come il ristorantino di via Savona Gli amici del Liberty (Tel. 02 8394302). Qui, tutti i mercoledì sera sono protagonisti Paola e i suoi massaggi, accompagnati da menú curatissimi: gnocchi ai funghi porcini, carpaccio di gamberi con citronetta di agrumi, fluttino di champagne con fragole fresche. Il gestore del ristorante Nicola Cascella rivela di aver iniziato quasi per gioco, ma assicura che adesso quasi tutti i clienti chiedono un massaggio; chi dopo l’aperito, chi tra il secondo e il dolce.



Il direttore della scuola europea di medicina del massaggio di Milano Giovanni Leanti La Rosa spiega che un trattamento rilassante prima del pranzo o della cena aiuta a combattere la fame nervosa: lo stress viene eliminato e non vi è più motivo, quindi, di sfogarlo con abbuffate di cibo. L’importante è comunque affidarsi sempre a persone competetenti.



Che la tecnica è del “massaggio seduto” sia ideale per sciogliere i punti di tensione di collo, spalle e schiena, lo ha già dimostrato la pratica dell’office massage, arrivata qualche tempo fa dagli Stati Uniti e diffusa ormai in diverse aziende di tutta Italia. Dura circa un quarto d’ora e si fa vestiti, stando comodamente seduti su un’apposita sedia ergonomica trasportabile. Antistress efficace, rilassa e restituisce vitalità. È praticabile ovunque, anche in spazi ristretti. Proprio per questo viene utilizzata in ufficio, per combattere i i dolori legati a stress muscolari della schiena, delle spalle, delle braccia, del collo e delle gambe, sempre più frequenti fra chi lavora davanti ad una scrivania.




Ad alcuni alcuni imprenditori italiani della new economy va il merito di aver intuito che un luogo di lavoro stressante rischia non solo di compromettere la salute dei dipendenti, ma anche di incidere negativamente sulla produttività aziendale. Così alcune imprese all’avanguardia si sono dotate di ambienti confortevoli, luminosi e dotati di zone relax, ed hanno deciso di regalare ai propri manager la possibilità di rimettersi in forma abbandonandosi alle mani di un massaggiatore esperto. Gli effetti benefici si ripercuotono anche sulla sfera emotiva. Aumenta la vitalità, il buonumore e migliora la capacità di attenzione. Il corpo è più elastico e sciolto, le tensioni spariscono: sciogliendo i blocchi muscolari si permette a tutto l’organismo di rigenerarsi.



Tag:


Presente in:

Società - Casa

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)