Incontinenza e gravidanza: i consigli della fondazione italiana continenza.

Medicina - Mamme



L’incontinenza urinaria, ovvero l’ incapacità di controllare e trattenere l’urina, che può manifestarsi con perdite minime di poche gocce fino alla perdita abbondante dell’intero contenuto vescicale, è un disturbo più frequente nella donna che non nell´uomo. Esso si associa spesso ma non sempre, a un prolasso vaginale, dovuto a un cedimento delle strutture muscolo-fasciali che sorreggono la vescica, l’utero o il retto. Si stima che l’incontinenza colpisca con gravità variabile il 32-64% delle donne in dolce attesa ed il 20-38% delle donne nel primo anno dopo il parto ed è per questo che la Fondazione italiana continenza lotta da oltre cinque anni per abbattere i tabù legati a questa malattia.


A volte una risata, uno starnuto o uno sforzo fisico sono sufficienti perché alla futura mamma sfugga qualche goccia di urina (incontinenza da sforzo). Tuttavia, durante i nove mesi di gestazione, in particolare nell’ultimo trimestre la futura mamma presenta anche una necessità di urinare di frequente e di corsa per cause di tipo meccanico e ormonale. Nella maggior parte dei casi, l’incontinenza urinaria che si presenta verso la fine della gravidanza si risolve da sola al termine dell’attesa, ma non infrequentemente permane dopo il parto o in alcuni soggetti si presenta per la prima volta dopo il parto. Infatti, il passaggio del feto può provocare uno stiramento delle strutture fasciolegamantose, muscolari e nervose del pavimento pelvico con possibili ripercussioni sulla continenza e sul corretto posizionamento della vescica e dell’utero.


Walter Artibani, Direttore della clinica urologia di Padova e Presidente della Fondazione italiana continenza, sottolinea l’importanza della rieducazione perineale: un insieme di tecniche riabilitative finalizzate a migliorare la funzionalità del pavimento pelvico con l’obiettivo di prevenire e trattare l’incontinenza urinaria in gravidanza e dopo il parto, recuperare una qualità di vita sessuale soddisfacente dopo il parto, prevenire il prolasso vaginale. Questa tecnica risulta molto efficace nella prevenzione della malattia anche nei decenni successivi.


La Fondazione italiana continenza tramite il proprio sito web fornisce l’accesso a pubblicazioni che illustrano tutti gli aspetti della malattia e utili e pratici consigli.


Tag:


Presente in:

Medicina - Mamme

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)