Internet deprivation study: una ricerca studia i comportamenti degli internauti.

Tecnologia - Scienza



Stato confusionale, perdita dell’orientamento, frustrazione. Sono questi i sintomi che si manifestano negli abituali navigatori del web quando vengono costretti all’“astinenza” per più di due settimane.
È proprio così: ai tempi di Internet, come ha rilevato un’indagine svolta da Yahoo in collaborazione con l’agenzia pubblicitaria Omd, non si riesce proprio a stare lontani dalla rete.

La ricerca, dal titolo Internet Deprivation study, ha coinvolto un campione di mille utenti e tredici famiglie, per un totale di ventotto componenti, che è stato difficile reperire, dato che la prospettiva di rinunciare per qualche tempo a collegarsi ad internet sembra spaventare la maggior parte di noi.


In videodiari e testimonianze scritte i partecipanti al sondaggio hanno raccolto per gli osservatori i loro stati d’animo e i cambiamenti nel rapporto con la realtà quotidiana durante la difficile prova. Circa la metà degli intervistati ha dichiarato di non riuscire a rimanere offline per più di due settimane, anche se i primi malesseri sono insorti in molti dopo appena cinque giorni di esperimento. Senza internet ci si sente disorientati, frustrati, “tagliati fuori dal giro”. Il web, infatti, è uno strumento indispensabile per muoversi nella vita reale: è utile per comunicare con gli amici e nel lavoro, ma anche per tenersi aggiornati sulle offerte più convenienti delle macchine fotografiche, per reperire indirizzi e numeri di telefono, per prenotare un viaggio, per controllare i risultati sportivi, per pagare le bollette.


Internet, secondo chi ne fa uso, migliora decisamente la qualità della vita, e il Digital Divide, ossia le differenze di stile di vita tra chi ha l’accesso al web e chi non ne dispone, esiste davvero. La rete, secondo i dati raccolti da Yahoo e Omd sui comportamenti dei navigatori, regala sicurezza e cartezze, fornisce risposte rapide ed efficaci soluzioni ai problemi; insomma toglie ogni ansia o dubbio in poco tempo.


Ma non solo: il web, si sa, si è trasformato in questi anni in un punto di riferimento per tutti quelli che amano comunicare attraverso le e-mail ed incontrare nuovi amici o partners utilizzando le chatline. Terza, ma non ultima qualità di internet, è che lo si può utilizzare anche sul luogo di lavoro, concedendosi una piccola pausa alternativa a quella caffè, senza rischiare di cadere nell’inefficienza.


Insomma gli internauti moderni non sono disposti a rinunciare ai servizi e alle possibilità offerte dalla Rete, nemmeno quando, per ottenere le stesse informazioni, potrebbero utilizzare un supporto cartaceo (cartina stradale, elenco telefonico), alternativa che non riescono nemmeno a concepire.


Tag:


Presente in:

Tecnologia - Scienza

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)