Intolleranza al lattosio

Medicina - Alimentazione
Dove si trova il lattosio

Dove si trova il lattosio
Il lattosio è il principale zucchero del latte, di mucca o di capra e persino del latte materno, ma come tutti sanno anche di difficile digestione, soprattutto in età adulta, quanto l´enzima che deve trasformarlo in glucosio e lattosio, per qualche motivo, si inceppa o meglio, sembra scomparire. Basterebbe farne a meno del latte ma il lattosio, minerale ricco di calcio e vitamina D, ci serve.

L´intolleranza al lattosio: origine, sintomi e diagnosi

L´intolleranza al lattosio: origine, sintomi e diagnosi

Se non viene digerito, il lattosio rimane nell´intestino a fermentare producendo quei disturbi gastrointestinali che tutti conosciamo, come la diarrea. Che fare allora?
Andiamo per ordine. L´intolleranza al lattosio, come detto, è comunissima, specie in età adulta, nell´Europa del Nord colpisce poco più del 5% della popolazione ma nel Mediterraneo si verifica anche con punte del 70% nella popolazione.


E´ talmente comune da non essere nemmeno considerata una malattia vera e propria. Eppure è abbastanza fastidiosa anche perché il latte si trova pressoché ovunque.
Non è una malattia perché l´uomo, sembrerà paradossale, non è neanche progettato per bere latte, anzi. La capacità di digerirlo in età adulta è, infatti, un´acquisizione molto recente del nostro patrimonio genetico che ha riguardato soprattutto le popolazioni più dedite all´allevamento come, appunto, quelle nord-europee.


L´intolleranza al lattosio può essere primaria o transitoria. Se, come spiegato, l´origine è genetica, i sintomi si manifestano già nella prima infanzia. Altrimenti, la causa può essere una temporanea perdita dell´enzima Lattasi: verificate in questo caso se ci sono stati cambiamenti nella dieta o infezioni gastrointestinali che possa aver prodotto la temporanea perdita dell´enzima.
In presenza dei sintomi tipici dell´intolleranza potete comunque rivolgervi a un medico, e farvi prescrivere un test per la diagnosi di intolleranza al lattosio: il più comune si chiama Breath Test, test del respiro. Funziona inalando lattosio e verificando successivamente le caratteristica dei gas espirati. Infatti, appena ingerito, la fermentazione dello zucchero indigerito produce idrogeno che viene prontamente riassorbito dalle pareti intestinali ed eliminato con la respirazione. Il test è positivo quando si osserva un un picco di concentrazione di idrogeno nell´aria espirata.



La dieta

La dieta

Una volta accertata l´intolleranza al lattosio, si tratta essenzialmente, ad oggi, di escludere o ridurre dal proprio regime alimentare tutti i cibi che contengono lattosio, oltre al latte e ai suoi derivati: i latticini freschi ad esempio, il gelato, ma anche il pane o gli insaccati spesso ne contengono.


L´approvvigionamento di calcio andrà organizzato diversamente, senza disdegnare comunque un minimo di latticini. Non serve rinunciarvi del tutto, entro certi limiti è perfettamente digeribile. L´importante è non assumerlo a stomaco vuoto e prestare particolare attenzione a non esagerare con i tre cibi più ricchi di lattosio: latte, mozzarelle, formaggi freschi.
Si possono tranquillamente mangiare, invece grana grana e parmigiano e formaggi di lunga stagionatura, pressoché privi di lattosio ma ricchi di calcio.


Se giustamente non si vuole rinunciare a una bella fetta di torta al ristorante, esistono prodotti in commercio che facilitano la digestione del lattosio. Compresse o gocce da assumere prima del pasto.


La dieta: l´integrazione di calcio

La dieta: l´integrazione di calcio
Come detto, è difficile rinunciare al calcio del latte. Per questo, quando si riduce l´assunzione di latte e derivati o li si elimina completamente, è importante reintegrare il calcio in altro modo, anche con l´ausilio di integratori di calcio veri e propri da assumere durante il pasto o subito dopo.



Tag:


Presente in:

Medicina - Alimentazione

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)