L’arte protagonista a venezia

Cultura - Arte



Fino al prossimo 2 novembre, la Biennale di Venezia ospiterà la 50ª Esposizione Internazionale d’Arte, che si propone quest’anno come una “mostra delle mostre”, che si svilupperà nei diversi spazi dell’Arsenale, all’interno degli storici Giardini della Biennale, al Museo Correr e altri spazi in città, che come degli Interludes, renderanno ancora più ampia questa edizione.




Una grande rassegna internazionale, che prende in considerazione le diversità che compongono la realtà artistica contemporanea e che si compone di diversi progetti (come isole di un arcipelago), ognuno con una sua propria identità e autonomia. Lo spettatore-lettore di questa mappa può così affrontare le singole individualità artistiche e costruirsi un personale itinerario. Non esiste infatti un inizio e una fine, ma tanti luoghi e tante diverse visioni e tendenze per affrontare un viaggio nella contemporaneità.




Al Museo Correr, come sede espositiva della Biennale d’Arte si tiene una mostra a cura di Francesco Bonami dedicata alla Pittura dal 1964 fino ai giorni nostri. Più di 40 opere di grandi protagonisti dell’arte contemporanea che si sono affacciati alla Biennale di Venezia e con la Biennale e il suo pubblico hanno condiviso una parte della loro storia. Alla Darsena di Marghera, in un luogo ai confini della città lagunare, un gruppo di artisti dell’Accademia di Belle Arti saranno i protagonisti di una Riserva Artificiale dove cercheranno di creare uno spazio di incontri ricostruendo e narrando delle storie.



Vivere Venezia2 - Recycling the Future è un progetto curato da Angela Vettese e realizzato dalla Facoltà di Design e Arti dello IUAV in collaborazione con il Consorzio Venezia Nuova. Sulle orme del workshop internazionale che nel 2002 ha visto la partecipazione di scuole internazionali di architettura lavorare a Venezia sulla rilettura degli spazi pubblici veneziani, quest´anno Scuole Internazionali d’Arte di tutto il mondo, sono invitate a progettare e realizzare lungo un itinerario esterno che dai Giardini della Biennale arriva fino a via Garibaldi, installazioni e interventi artistici volti a trasformare i tanti spazi abbandonati e segreti che si susseguono e creare un vero e proprio percorso espositivo.




La Biennale di Venezia sarà inoltre presente fuori dai confini della laguna, in molte città, dove sarà visibile un segmento di un unico condotto di comunicazione, che dall’Arsenale connetterà tutte le diverse sedi della 50. Esposizione. Il progetto The cord nasce da un’idea di Francesco Bonami per un’opera di arte e architettura contemporanea, che possa collegare le diverse parti della mostra ma non solo.


Alla presenza italiana sono dedicati spazi nelle varie sezioni della Mostra ed uno particolare all’interno dei Giardini della Biennale, realizzato dal Gruppo A12, dedicato a cinque giovani artisti italiani, invitati da Massimiliano Gioni. Il Padiglione Venezia, invece, con il Premio per giovani artisti organizzato dalla DARC, sottolinea l’impegno dedicato all’arte contemporanea da parte delle Istituzioni culturali nazionali.
Con 64 Partecipazioni nazionali, la Biennale di Venezia racconterà ancora una volta uno spaccato delle innumerevoli realtà del mondo che come una mappa aperta si potranno attraversare in tutta la città lagunare.



Tag:


Presente in:

Cultura - Arte

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)