L’hpv? …mai sentito!

Medicina - Attualità



Claudia Gerini si è recentemente prestata come testimonial della campagna informativa sul vaccino contro il Papillomavirus Umano (noto come HPV), uno dei maggiori responsabili del cancro al collo dell’utero. La giovane interprete si è resa disponibile a questa sensibilizzazione mediatica, prima ancora che come attrice, in qualità di donna e madre. La campagna di vaccinazione gratuita, annunciata dal Ministero della Salute e che dovrebbe coinvolgere le ragazze di 12 anni, non ha ancora preso il via, quindi per il momento si agisce con l’arma dell’informazione. “La miglior difesa, la prevenzione” annuncia infatti lo spot sociale di cui la Gerini si è fatta “portavoce”. A questo proposito, il gruppo Donne in Rete, promosso dall’associazione NPS (Network Italiano Persone Sieropositive), ha dunque deciso di promuovere delle iniziative volte a fa capire alla popolazione femminile l’importanza della prevenzione da un virus che può essere letale, in quanto causa della forma tumorale più comune in Europa dopo quella alla mammella. Spot televisivi, cartellonistica ed altro materiale informativo che possa riprendere le immagini dello spot tv: semplici messaggi su cui i media stanno puntando i riflettori al fine di raggiungere il maggior numero di donne possibile, specialmente quelle con figlie giovani. Le principali vittime dell’HPV, infatti, sono donne dai 15 ai 44 anni, e la media di decessi registrati e causati dal cancro al collo dell’utero sono arrivati a 5 al giorno, di cui al 99% dei casi l’HPV è responsabile. Rimane, però, ancora molta informazione da fare: la via sessuale è quella con cui viene maggiormente trasmesso il virus ma anche le bambine in età pre-adolescenziale sono a rischio, ad esempio utilizzando lo stesso asciugamano per il bidet usato da altri componenti della famiglia o scambiandosi costumi da bagno con le coetanee. Risulta importante, dunque, informare correttamente anche gli adulti che abbiano figlie femmine a rischio, nonché evidenziare l’importanza di effettuare periodiche visite ginecologiche e screening, sottoponendosi almeno annualmente ad un test. Il portale www.donneinrete.net, nato nel gennaio 2008, è finalizzato proprio a chiarire le idee circa il Papillomavirus Umano ma l’intenzione è quella di rendere il servizio, con il tempo, un vero punto di riferimento per la salute ed il benessere psicofisico delle donne, toccando anche altre patologie di cui quest’ultime possono essere vittime.

Una delle più celebri ed acclamate donne del mondo dello spettacolo ha dunque prestato il volto per uno scopo tutt’altro che lucroso o vanesio, volto ad indurre altre giovani donne a seguire i consigli delle stelle del piccolo e grande schermo non solo per ciò che riguarda il look ma anche per quanto concerne salute e stili di vita.


Tag:


Presente in:

Medicina - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)