La banca del tempo: come scambiarsi le ore e vivere felici

Cultura - Attualità



Quanto vale un´ora del vostro tempo, ci avete mai pensato? E quanto sareste disposte a pagare per avere, in certi giorni, anche solo qualche minuto in più? Una recente indagine condotta su un campione di donne dai 18 ai 64 da Astra e Demoskopea per la linea cosmetica Dove ha individuato quattro tipologie di donne: il 28 per cento delle italiane è scarsa sia di tempo che di possibilità economiche, poi ci sono quelle che sono ricche di tempo, ma non di soldi (20 per cento) e le mantenute dal marito (13 per cento) che possiedono intere giornate a disposizione e tanti soldi. Infine esistono le rappresentanti del gentil sesso (39 per cento) che hanno una vita assolutamente frenetica, ma anche buone disponibilità. A conti fatti, quindi, la maggioranza delle donne italiane ha una fretta boia: divise tra carriera e casa, compagno e figli, tra la spesa al supermercato e la voglia di essere affascinanti ed informate.

Per loro c´è una banca. Una banca un po´ speciale: in questa si deposita del tempo e si preleva sempre del tempo. Di cosa si tratta? E´ un´iniziativa sorta cinque anni fa a Sant´Arcangelo di Romagna e si chiama Banca del Tempo. Gli sportelli di questo istituto anomalo sono sparsi in duecentocinquanta città italiane e funzionano così: quando non si il tempo di portare il figlio dal medico oppure alla partita di pallone, si chiede alla banca se c´è qualcuno disposto a farlo per noi. Quando poi siamo noi ad avere qualche ora libera si offrono gli stessi servizi per altre persone. Una sorta di mutuo soccorso per donne sull´orlo di una crisi di nervi. Non ce la fai più e non c´è nessuno che ti può aiutare tra le persone che conosci? Beh, allora puoi chiedere un po´ di credito allo sportello più vicino a casa. Non ti arriveranno contributi in denaro, ma potrai contare su una mano per affrontare le tue difficoltà, ovvio però che prima o poi i debiti si devono saldare: quindi è necessario ricordarsi di trovare anche il tempo per restituire il favore ricevuto.

Magari qualcuno storcerà il naso, considerandola un´americanata senza nessuna possibilità di successo. Ebbene non è così: questo istituto bancario sui generis funziona assai bene. Nel ´99 sono state 42.153 le ore di lavoro scambiate tra i diversi clienti e delle persone che hanno usufruito di questo servizio i due terzi sono, ovviamente, donne. E´ possibile permutare veramente di tutto, purché non venga mai messa mano al portafoglio. Si può scambiare una lezione di tedesco con una di russo, una ceretta depilatoria con la messa in piega per una cena, la custodia del cane con l´innaffiamento del giardino e chi più ne ha più ne metta. Tra i più disparati servizi che le banche offrono oggi ci sembra che questo sia assolutamente originale e, come dire, senza prezzo.



Tag:


Presente in:

Cultura - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)