La magia dei mercatini di natale

Società - Vacanze



Il Natale è ormai alle porte e, se non l’avete ancora fatto, le feste di quest’anno potrebbero essere l’occasione per visitare i suggestivi Christkindlmarkt, Mercatini dell’Alto Adige, dove la magia natalizia si veste di luci riporta in vita antichi mestieri, sapori e tradizioni locali. Di origine mitteleuropea, i mercatini dell’Avvento attirano ogni anno a Bolzano, Merano, Trento, Bressanone e Vipiteno tutti coloro che preferiscono una passeggiata tra i profumi e i colori delle bancarelle al frenetico shopping prenatalizio nei centri commerciali delle grandi città.




A Bolzano ha luogo il più ricco e turistico mercatino, con le sue 80 bancarelle e decine di strade illuminate. Giunto quest’anno alla sua dodicesima edizione, offre l’occasione per acquistare i prodotti tipici altoatesini nelle caratteristiche casette di Natale, allestite per l’occasione nella centrale piazza Walther. Gli espositori mettono in mostra decorazioni per l’albero, piccoli oggetti da regalo in legno, vetro e ceramica, stoffe tradizionali, pasticceria finissima e gustose specialità gastronomiche. Comode carrozze accompagnano i visitatori per le strade cittadine, in cui si raccontano storie di Natale e riecheggiano melodie tipiche. Tante le : corsi di cucina per imparare a sfornare i biscotti tirolesi, piste di pattinaggio per i bambini, spettacoli teatrali ed imperdibili concerti. Ai turisti gli alberghi offrono il Carnet dell’ospite, che include il soggiorno e il menu tipico dei ristoranti della città a prezzo fisso. Fino al 23 dicembre.




A Merano il profumo del vin brulè e le leccornie della pasticceria natalizia si mescolano ai suoni e alle tradizioni locali. Settanta espositori propongono nelle loro bancarelle addobbi natalizi, pantofole in lana cotta, ceramiche e oggetti tradizionali, statuine in legno e giocattoli per i più piccoli. E mentre i grandi girano tranquillamente per il mercatino, i piccoli ospiti di Merano troveranno un avvincente programma tutto loro: il novellatore, la pasticceria, il grande trenino per i bambini, il giro in carrozza, il paese delle costruzioni in legno, il recinto con animali da accarezzare, la piccola pista da pattinaggio e l’ufficio postale di Gesù Bambino. Fino al 31 dicembre.



La città di Trento si prepara al Natale con una serie di iniziative di grande interesse sotto il profilo culturale, artistico ed enogastronomico. Fino al 24 dicembre il caratteristico mercatino in piazza Fiera, con le sue casette di legno, i colori e i sapori della tradizione e dell’artigianato. Nelle altre piazze, all’interno dei musei, lungo le vie dove si affacciano i palazzi rinascimentali, ogni giorno uno spettacolo ed un’emozione diversa da gustare con la famiglia e gli amici, grandi ma soprattutto piccini: i musici itineranti, i concerti nelle piazze e nelle chiese, i laboratori creativi, le suggestive esposizioni a tema nei musei, il Trenino di Babbo Natale, i giochi, gli spettacoli, le antiche leggende e, il primo gennaio, il Capodanno dei bambini E ancora sconti sugli skipass e sul noleggio delle attrezzature da sci per trascorrere qualche ora a tutto sport sull´Alpe di Trento, il Monte Bondone, vero paradiso bianco.




A Bressanone, fino alla notte di San Silvestro, la suggestiva Piazza Duomo dell’antichissima città fa da cornice al tradizionale mercatino natalizio, ricco di manifestazioni collaterali. Ospiti di quest’anno gli Spazzacamini, i concerti degli allievi della scuola di Musica cittadina, i Canti dell’Avvento, il teatro delle marionette, la giostra e i laboratori per fabbricare regali per i bambini. E dopo una passeggiata per le bancarelle, è d’obbligo visitare Heiss e Pupp, le due pasticcerie più antiche di Bressanone, dove si possono gustare grandi fette di dolci casalinghi, la torta sacher, panini allo speck o una cioccolata calda.




Il percorso attraverso i Christkindlmarkt ha come ultima tappa Vipiteno, città che, nell’impianto urbanistico e nell’architettura tardo-medievale, è fortemente improntata dall’attività mineraria. Lo splendore di quell´epoca, insieme con gli esemplari interventi di recupero e di risanimento, hanno favorito in modo determinante l’inserimento della città nel catalogo 2002 dei borghi più belli d’Italia. Simbolo delle feste nelle vie cittadine è l’albero di Natale: pini ed abeti sono per l’occasione decorati con mele, noci, biscotti di panpepato e con i tradizionali addobbi in legno. Intorno agli alberi le bancarelle offrono una grande varietà di addobbi per imprezosire il vostro albero. Fino al 29 dicembre.



Tag:


Presente in:

Società - Vacanze

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)