Lavoro: elogio dell’ incompetente (ma simpatico)

Economia - Lavoro



Meglio lavorare a fianco di persone simpatiche o competenti?Anche se pochi sono disposti ad ammetterlo, la preferenza va verso gli amabili istrioni, capaci di trasformare una noiosa giornata d’ufficio, in un divertente happening. A conferma di ciò, c’è addirittura uno studio pubblicato dalla prestigiosa rivista Harvard Business Review e realizzato da due ricercatori della Harvard e della Duke University.


Tiziana Cascaro e Miguel Sousa Lobo, i due autori della ricerca, hanno condotto un sondaggio su “competenza” e “piacevolezza” tra 10 mila relazioni di lavoro di quattro grandi aziende. Ed hanno identificato quattro tipologie di colleghi di lavoro: l’“incompetente antipatico”, il “competente antipatico”, l’“amabile cretino” e l’“amabile star”. Ovviamente il più desiderato è quest’ultimo, ma è anche la tipologia più difficile da trovare.


A sorpresa, invece, al secondo posto c’è l’incompetente simpatico, o l’amorevole “stupido”, che batte il competente ma antipatico. Insomma è meglio lavorare con uno che mette allegria ma sa poco o nulla di quello che si sta facendo, piuttosto che il contrario. “I sentimenti personali – spiegano i due ricercatori – giocano un ruolo più importante di quanto si ammetta nelle relazioni di lavoro, non solo di amicizia. Se qualcuno non piace, è quasi irrilevante se sia competente o meno: gli altri comunque non vogliono lavorare con lui”.


Esempi di antipatici di successo ce ne sono a bizzeffe. Dall’allenatore della Juventus, Fabio Capello, al ferrarista Michael Schumacher sino al falso-antipatico Emilio Fede, direttore del Tg4, le cui sfuriate fuori-onda verso i colleghi di redazione, trasmesse da “Striscia la notizia”, sono diventate un vero tormentone. Eppure il ruolo dell’amabile cretino risulta spesso insostituibile, soprattutto per stemperare la tensione in ufficio e nell’aiutare gli altri a comunicare meglio. Insomma, un vero “centro di smistamento affettivo”, come l’ha definito l’Harvard Business Review”. Grazie al quale le ore d’ufficio risultano più sopportabili.


Tag:


Presente in:

Economia - Lavoro

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)