Lavoro interinale: cos´e´, come funziona

Economia - Lavoro



Il termine ufficiale, che piu´ brutto di cosi´ non si puo´, e´ lavoro interinale. Ma per tutti ormai e´ il lavoro temporaneo, fenomeno nuovo in Italia ma invece ormai una concreta realta´ in tutti i paesi industrializzati. Ovvero, contratti a tempo tra lavoratori e aziende, con un intermediario che fa incontrare le parti. Un modo nuovo di lavorare, che richiede anche un certo tipo di mentalita´ piu´ imprenditoriale e flessibile da parte del lavoratore, ma con molti vantaggi per entrambi.

La legalizzazione del lavoro in affitto in Italia e´ una novita´ recente, introdotta dalla Legge 196/97 (Gazzetta Ufficiale del 4 giugno 1997, n. 154), meglio conosciuta come Pacchetto Treu, che disciplina una serie di misure per l´incentivazione dell´occupazione fra cui appunto il lavoro interinale. Il lavoro interinale e´ caratterizzato da un rapporto trilaterale: un´impresa (societa´ fornitrice) in grado di offrire determinate garanzie ed iscritta nell´Albo delle societa´ di fornitura di lavoro temporaneo, assume il lavoratore (prestatore di lavoro temporaneo) con un particolare contratto e lo pone a disposizione di un´altra impresa (societa´ utilizzatrice) che ne utilizza la prestazione lavorativa per il soddisfacimento di esigenze di carattere temporaneo.

Il rapporto tra impresa fornitrice e lavoratore e´ regolato dal contratto per prestazioni di lavoro temporaneo, e puo´ essere sia a tempo determinato che indeterminato. E´ stipulato in forma scritta e deve contenere: le mansioni da svolgere, la durata dell´incarico, gli orari di lavoro, il livello contrattuale, la retribuzione prevista, i motivi del ricorso al lavoro temporaneo, gli estremi dell´impresa fornitrice e il deposito cauzionale a garanzia dei crediti contributivi degli enti previdenziali. Per quanto riguarda il trattamento economico, al lavoratore temporaneo va corrisposto uno stipendio uguale a quello percepito dai dipendenti di pari livello dell´impresa utilizzatrice, compresi tutti i contributi previdenziali, assistenziali ed assicurativi. Inoltre non esserci alcuna limitazione o ostacolo per una eventuale assunzione diretta da parte dell´impresa cliente.

Il mercato del lavoro interinale e´ in continua espansione, nonostante abbia dovuto operare per qualche tempo in un vuoto normativo. Approvata la legge, si sono riscontrati alcuni ritardi nella firma degli accordi interconfederali tra le parti sociali, volti a definire percentuali di utilizzo, causali e mansioni escluse. Ad oggi mancano ancora gli accordi con il pubblico impiego e i servizi bancari e assicurativi. Nel periodo gennaio-agosto 1998 il lavoro temporaneo ha riguardato 20.984 individui, con una distribuzione piuttosto equa non solo tra operai e impiegati ma anche tra uomini e donne, con età media di 28 anni. La durata media degli incarichi e´ stata di 4,5 settimane. E voi, cosa ne pensate del lavoro temporaneo? Rispondete al nostro sondaggio o dateci un parere in message board.



Tag:


Presente in:

Economia - Lavoro

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)