Lavoro: ricatti d´ufficio

Economia - Lavoro



Finalmente anche l´Europa si mobilita contro le molestie sessuali sui luoghi di lavoro. E forse la direttiva da poco approvata servirà anche a smuovere il disegno di legge sul tema da tempo fermo in Parlamento. Ma è comunque un ritardo colpevole quello della legislazione nei confronti di un fenomeno, a volte sfuggente (spesso risulta difficile distinguere tra piccole molestie e un´audace galanteria), ma comunque preoccupante.

Secondo i dati forniti dall´Istat, sono 728 mila le donne italiane che hanno subito molestie sessuali, ricatti o violenze sul lavoro. Di queste 366 mila hanno ricevuto attenzioni indesiderate durante il colloquio d´assunzione, 238 mila le hanno subite per mantenere il posto E addirittura una su due ha subito molestie sessuali telefoniche. Le più a rischio sono le donne con un´età tra i 25 ed i 40 anni che lavorano nella pubblica amministrazione (il 30,5 per cento dei casi riguarda infatti impiegate o dirigenti statali). A fronte di questi dati quelli delle denuncie: solo 236 mila negli ultimi tre anni.

Dopo il caso della Ford americana, che un paio d´anni fa dovette sborsare ad un centinaio di sue dipendenti molestate un risarcimento miliardario, anche l´Europa si è mossa per approvare una direttiva contro le molestie sessuali sul luogo di lavoro, a cui tutti e quindici i paesi membri dovranno adeguarsi. Secondo le stime di Bruxelles le attenzioni indesiderata toccherebbero ben una lavoratrice su due. E, ed è questa la novità della direttiva, sono da considerare come vere e proprie discriminazioni di cui il titolare dell´azienda è ritenuto diretto responsabile.

E in Italia? C´è un disegno di legge che dovrebbe dare una sterzata al fenomeno, prevedendo ad esempio che chi è molestato possa licenziarsi senza preavviso e ricevere un congruo risarcimento. Ma da anni è fermo al Parlamento. Nell´aprile del 1998 c´è stato il primo sì del Senato e attualmente il ddl è in calendario alla commissione lavoro della Camera. Ma i tempi di approvazione sono, comunque, ancora lontani.

E voi, ritenete che lo Stato italiano faccia ancora poco contro le molestie sessuali sui luoghi di lavoro? Rispondete al nostro sondaggio o dateci un parere in message board.


Tag:


Presente in:

Economia - Lavoro

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)