L´uomo ideale: sogno o realtà?

Psicologia - Coppia
IL PRINCIPE AZZURRO

IL PRINCIPE AZZURRO


 

 

Non penso si possa dire che l´ ossessione per l´uomo ideale sia una invenzione di questo secolo. Dai tempi del principe azzurro in avanti, milioni di signore e signorine hanno avvertito l´insorgere nel loro animo di domande fondamentali, che tutte si riassumono nella prima: l´uomo ideale esiste?.

 

 

Un dilemma che si declina poi in tutte le sfaccettature successive: conta più il fisico o il carattere? meglio bello o intelligente? Altezza è mezza bellezza? Quanto conta il portafoglio?. Insomma la convinzione diffusa che la felicità personale sia connessa al ritrovamento di questo singolare e rarissimo  esoro è una costante nella storia del genere femminile.

 

 

Ma, insomma, questo uomo ideale, capace di attenzioni, romantico, ricco il giusto, senza difetti e assolutamente fedele, esiste? Un vecchio adagio diceva che l´uomo ideale è quello che non si ha. Sarà vero? Su questo argomento si sono sprecati fiumi di inchiostro e non mancano teorie contrastanti e, spesso, originali.

 

 

 



LE CARATTERISTICHE DELL´UOMO IDEALE

LE CARATTERISTICHE DELL´UOMO IDEALE


 

 

L´identikit dell´uomo ideale? Alto, bello, ricco, intelligente, divertente, sensibile, romantico, fedele. Definizione banale direte voi. Ed in effetti cercare un´anima gemella priva di qualunque difetto e che abbia ognuna delle caratteristiche descritte è impresa ardua, se non impossibile.

 

 

Ecco che allora occorre piegarsi a pratiche più percorribili, innanzitutto schierandosi decisamente in uno dei due filoni principali in cui la cacciatrice di uomini ideali deve allinearsi: nel primo stanno quelle che ritengono che ogni amore può essere ideale, dipende da come lo si guarda e lo si vive; nel secondo sono invece quelle appartenenti al partito del colpo di fulmine, per cui Lui, con la L maiuscola, è da qualche parte in attesa del momento dell´incontro in cui, immediatamente, scoppierà una evidente e inconfondibile scintilla. 

 

 

Altri esperti, ma esperti di cosa, sarebbe da chiedersi, propongono la teoria dell´80%, secondo la quale, un partner può essere classificato come ideale se si rileva adeguato per l´80% della lista delle caratteristiche che si ritengono importanti, sorvolando quindi sul restante 20% annoverabili nel campo dei difetti, purché nessuno di essi sia da considerarsi intollerabile. Insomma, secondo questi geni occorre abbassare il livello del sogno per trovare un minimo di riscontro nella realtà. Non una prospettiva esaltante.

 

 

Un´altra teoria, adatta ai più cinici, consiglia di mantenere un certo distacco per evitare che l´eccessivo coinvolgimento impedisca una disamina lucida del rapporto con conseguente rapida disillusione. Anche questa posizione, però, è assai poco soddisfacente. Servirebbe qualcosa di più adeguato al desiderio…

 

 



L´UOMO IDEALE NON E´ L´UOMO PERFETTO MA IL VOSTRO

L´UOMO IDEALE NON E´ L´UOMO PERFETTO MA IL VOSTRO


 

 

E allora, come uscire da questo ginepraio? Non certo affidandosi a teorie astruse o a tecniche di ricerca, né tantomeno rinunciando ai nostri sogni o limitandone le attese. E´ molto semplice: basta smettere di identificare l´uomo ideale con l´uomo perfetto, che non esiste!

 

 

Perché il rapporto privilegiato, l´ anima gemella c´è e molto probabilmente lo troverete nei modi e nei tempi più impensati e disparati. Fatalismo? Assolutamente no. Si tratta di semplice buon senso, ottimismo, fiducia nella vita, in sé stesse e nel futuro: sono questi ingredienti che vi faranno apparire più interessante agli occhi degli altri e che vi aiuteranno a trovare il vostro uomo ideale. E se già ne avete uno? E´ ancora più semplice: l´uomo ideale è quello che c´è già e che vi vuole bene. Lasciate i dilemmi amletici e buttatevi fra le sue braccia. Il principe azzurro è già qui.



Tag:


Presente in:

Psicologia - Coppia

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)