Mamme & bimbi: arriva il ritalin

Medicina - Mamme



Si chiama Ritalin, ed è uno psicofarmaco utilizzato per la cosiddetta sindrome da bambino iperattivo e che presto sarà in vendita anche nelle farmacia italiane. ma c´è chi lancia l´allarma, visto che negli Stati Uniti, dove è somministrato già da parecchi anni, si è creati un fenomeno di abuso di questa sostanza che rende perplessi. Anche perché il Ritalin a volte viene acquistato anche dai tossici in cerca di droga a buon mercato.



In una delle spassose avventure dei Freak Brothers, un vero mito del fumetto americano della controcultura underground, disegnato da Gilbert Shelton, il personaggio di Ciccio Freddy si traveste da bambino per riscriversi in una scuola elementare dove ai bambini iperattivi danno il Ritalin. E´ come l´anfetamina, spiega. E anche a Kurt Cobain, leader del gruppo rock dei Nirvana morto suicida, era somministrato il Ritalin, per mitigare la sua iperattività di fanciullo



In gergo si chiama Ad/Hd ovvero disturbo da deficit d’attenzione e iperattività e colpisce sempre più bambini, addirittura uno scolaro ogni tre classi, fra i 6 e i 12 anni. Si tratta di bambini supervivaci e incapaci di concentrarsi per più di qualche secondo su qualunque attività, di studio o di gioco. Non ascoltano, non seguono e devono muoversi senza tregua, con gravi problemi di socialità. Ma gli esperti avvertono: solo il neuropsichiatra può riconoscere la malattia e distinguerla dalla vivacità tipica dell’età.



Negli Stati Uniti la Ad/Hd viene sempre più spesso curata con il Ritalin, psicofarmaco di cui non sono stati ancora studiati i possibili effetti collaterali. Il farmaco è a base di metilfenidato, uno psicotropo con moderata azione stimolante che agisce prevalentemente sulla noradrenalina, uno dei neurotrasmettitori chimici del cervello. L’effetto è una via di mezzo tra amfetamina e cocaina. L’unico strumento farmacologico efficace contro l’Ad/Hd, affermano i sostenitori. Faremo dei nostri bambini dei drogati, li impasticcheremo senza ragione, replica chi è convinto che bastino metodi psicoeducativi. E c’è un terzo partito: La malattia non esiste, è un’invenzione.



Il Ritalin, prodotto dalla Novartis, arriva in Italia dopo l´approvazione della Commissione Unica del farmaco (Cuf). E´ destinato alla fascia A (rimborso), ma restano da definire prezzo e modalità di prescrizione. Il farmaco è stato in circolazione, con indicazioni molto diverse, fino all’89 e poi ritirato perché contenente una sostanza presente nella tabella uno degli stupefacenti. Dice il farmacologo del Mario Negri, Silvio Garattini: Ben venga la nuova cura, ma occorre essere molto prudenti nella diagnosi e nella prescrizione.



E tu cosa ne pensi? Ritieni utile l´introduzione del Ritalin anche in Italia? Rispondi al nostro sondaggio in homepage o scrivi un tuo parere in message board.




Tag:


Presente in:

Medicina - Mamme

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)