Mamme & bimbi: mamma, spegni la cicca

Medicina - Mamme



Grazie anche alla campagna lanciata dal ministro Veronesi, in Italia è ormai vietato fumare quasi dappertutto. Dagli uffici pubblici alle stazioni, dagli ospedali alle scuole, dalle biblioteche alle sale da ballo. Dappertutto meno che nel luogo dove il fumo fa davvero più danni: in casa. Secondo una recente ricerca dell´Istat, infatti, ben un italiano su quattro è costretto a respirare il fumo degli altri in famiglia. E chi rischia di più sono proprio i bambini. Uno su due, in pratica, è sottoposto alle sigarette dei genitori, con gravi rischi per salute.



Come se non bastasse imputate numero uno sono proprio le mamme. Il vizio del fumo, dicono le statistiche, è sempre più rosa. In generale, il numero di fumatori in Italia sta diminuendo, ma sono gli uomini gli unici a dire basta. Le donne, soprattutto se giovani, sono sempre più attratte dalle bionde. Se nel 1997 fumava il 14,8 per cento delle ragazze tra i 14 e i 24 anni, oggi sono salite al 15,9 per cento. E non smettono neppure in gravidanza. Le donne che continuano a fumare quando aspettano un bambino sono addirittura il 38 per cento. Le più incallite abitano in Campania (58 per cento) e in Lombardia (51 per cento).



Gli effetti sui figli? Assolutamente nocivi. Ricerche e studi medici hanno dimostrato che i figli di donne affette da tabagismo spesso nascono con un peso inferiore alla media. Senza dimenticare che i giovani esposti al fumo passivo ereditano poi il vizio con maggiore facilità. Se nessuno de genitori fuma, solo il 15,5 per cento dei ragazzi diventa poi consumatore di tabacco. Ma la percentuale è più che raddoppiata quando invece fumano entrambi, toccando il 35,4 per cento. Il vizio, inoltre, lo attacca sempre di più la madre: se papà è l´unico che fuma, lo farà poi il 22,7 per cento dei figli, se invece è la mamma, la imitano il 28,5 per cento.



Ma se le leggi e le campagne anti-fumo non bastano, qualcosa si può ancora salvare con il buon senso. Fumare solo nelle stanze non frequentate da bambini e aerarle sempre dopo la sigarette rappresentano già un modo corretto per affrontare il problema da parte di chi proprio non ce la fa a smettere. Ed ovviamente, evitare del tutto il fumo perlomeno quando si è in attesa. E tu, cosa ne pensi? Rispondi al nostro sondaggio in homepage o scrivi un tuo parere in message board.




Tag:


Presente in:

Medicina - Mamme

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)