Mamme & bimbi: sonni tranquilli con il pupo

Società - Donna



Il vostro pupo vi fa impazzire tenendovi sveglie tutta la notte? Non riuscite a interpretare quei vagiti che non vi danno tregua? Basta tirare a indovinare. D’ora in poi capire se il vostro frugoletto ha fame, ha sonno, oppure se è solamente annoiato sarà un gioco da bambini. Questa la promessa di una bambinaia inglese che ha deciso di condensare la propria esperienza in un libro. Lei, Tracy Hogg, è la più famosa e pagata baby-sitter d’America. Lavora per le grandi dive di Hollywood o per facoltose donne in carriera. Ha un sito Internet tutto suo e dispensa consigli al telefono. Insomma, da baby-sitter a donna in carriera, a sua volta.



Tra le sue clienti troviamo Jodie Foster e Jamie Lee Curtis. Tutte pronte a giurare, come testimonial d’eccezione, che i consigli di Tracy sono una vera panacea contro l’insonnia e lo stress da neo-genitori. Addirittura la presidentessa della Twentieth Century Fox Television, Dana Walden, l’ha fatta trasferire a casa sua subito dopo la nascita della figlia. “Con l’aiuto di Tracy mia figlia dorme 11 ore per notte. Alcune colleghe, gente dinamica, continuano a correre nel bel mezzo della notte in camera dei figli”.



Ma assumere un bambinaia così speciale non è alla portata di tutti. Il suo compenso per un consulto telefonico di due ore ammonta infatti a 500 dollari. Per una giornata di consulenza a domicilio si fa pagare invece 1000 dollari. Ma ora il suo libro, I segreti della donna che sussurra ai bambini, si può trovare in libreria alla modica cifra di 22 dollari. La casa editrice, Ballantine Books, ha talmente fiducia nei suoi metodi che le ha già versato 750 mila dollari. E tutta la storia di questa bambinaia partita dall’Inghilterra ha già il sapore di una grande operazione di marketing.



“Ho il dono di capire il linguaggio dei bambini”, dice di se stessa la Hogg. Ma alcuni consigli sono piuttosto bizzarri. Tipo: se il pupo piange quando lo mettete nella culla per il pisolino, prendetelo in braccio, calmatelo e rimettetelo giù. Continuate anche 120 volte, se necessario. “Tutto questo mi sembra un po’ troppo faticoso per i genitori”, osserva il professor George Cohen, che ha curato per l’Accademia Americana di Pediatria una guida al sonno dei bambini. E inevitabili si fanno strada le polemiche.



Nel suo sito Web e nel libro la Hogg afferma infatti di aver ottenuto un master in ipnosi all’Università della California. E’ l’Università stessa a smentire. Come il servizio prestato per l’Oms in India, alla fine si rivela un viaggio di 15 giorni in quel paese. Insomma, delle credenziali non proprio trasparenti. Ma è la stessa Hogg a tagliar corto con le polemiche: “So di aver aiutato moltissime persone in passato, e questo nessuno può contestarlo”. Una mezza ammissione. Intanto la Hogg è già pronta a far uscire il suo secondo libro dedicato ai bambini in età prescolare. Bufala, o Mary Poppins, dunque?



E tu, credi di aver bisogno dei suggerimenti a caro prezzo di questa bambinaia, oppure ti affidi ai buoni metodi della nonna? Se hai qualche opinione a proposito rispondi al nostro sondaggio di oggi, oppure scrivici nella message board.




Tag:


Presente in:

Società - Donna

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)