Matrimonio: meglio sposi o partner?

Cultura - Attualità



Ha ancora senso il matrimonio? Ha senso la definizione di marito e moglie? E´ giusto, come avviene nei paesi di lingua anglosassone, che solo le donne una volta sposate devono cambiare il proprio nome da Miss a Misses (abbreviato Mrs, con quella r in mezzo che richiama il maschile Mr, ovvero Mister)? A tutte queste domande rispondeva con un netto no Gloria Steinem, femminista da prima linea negli anni Settanta. Che però oggi, a 66 anni, ha preso una decisione storica e in un certo modo contraddittoria: si è sposata.

Trent´anni fa, invece, scriveva, che il matrimonio trasforma le donne in mezzi individui e che fu inventano dagli uomini per dimezzare le donne: Arrivando a proporre l´abbreviazione di Ms per queste ultime, sia da nubili che da sposate, con due consonati come per gli uomini. Nata a Toledo, Ohio, nel 1934, autrice di sei libri con tesi iperfemministe, la Steinem fu anche la prima ad usare il proprio corpo e la propria bellezza contro gli uomini. Dimostrando che anche sopra un bel paio di gambe poteva esserci un cervello all´altezza (e per questo arrivò anche a lavorare in un Playboy Club di New York).

Fece innamorare di sé moltissimi personaggi del jet set, dal campione di colore di football americano Jim Brown (forse anche per dimostrare la forza della sua battaglia contro l´oppressione dei neri in America) allo scrittore Norman Mailer, per poi abbandonarli come un Kleneex usato. E addirittura ridicolizzandoli nel suo libro di memorie (A letto Mailer non riuscì mai a sollevarsi all´altezza della sua fama letteraria, ha scritto con una buona dose di humour).

Qualche giorno fa la notizia del matrimonio della Steinem ha sorpreso il mondo femminista a stelle e strisce. Da Susan Sontag a Betty Friedan. Anche se si è trattato di un matrimonio sui generis. La Steinem si è infatti sposata con un sudafricano di 62 anni in una casa di un amica Cherokee, una capo indiana in Oklahoma. E come formulo di rito ha rifiutato quella obsoleta di vi dichiaro marito e moglie, preferendo la più moderna partner e partner. Insomma, un matrimonio quasi come una fusione in Borsa.

E voi, siete pro o contro il matrimonio? Rispondete al nostro sondaggio o dateci un parere in message board.



Tag:


Presente in:

Cultura - Attualità

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)