Mi sento al sicuro

Società - Politica



Il progetto, frutto di un protocollo d’intesa tra la Fondazione e il Ministero delle Pari Opportunità, consiste nella distribuzione – per ora avviata nei comuni di Roma e di Milano - di un dispositivo satellitare che affronta i rischi che le donne corrono sulle strade: incidenti, guasti meccanici e, peggio ancora, aggressioni ed atti di violenza. La pink box, installabile su qualsiasi automobile, consente il collegamento 24 ore su 24 con una centrale operativa che rileva, in tempo reale, un eventuale incidente e garantisce un pronto soccorso immediato, un servizio personalizzato di assistenza stradale e un S.O.S. di emergenza a tutela della sicurezza personale.



Anche in caso di guasto meccanico o di aggressione, la guidatrice può chiedere soccorso immediato premendo un apposito pulsante in auto o usando un telecomando, attivabile nei pressi del veicolo di appartenenza.

L’iniziativa, le cui ricadute sono ancora da verificare, consente soprattutto alle donne che lavorano di notte o vivono in quartieri a rischio di contare su un aiuto veloce ed efficace, ma è strettamente legata all’utilizzo della propria automobile.



E se volessimo sentirci più sicure anche semplicemente camminando per una strada poco frequentata o attraversando un giardino pubblico? Anche in questo caso la tecnologia sembra venirci in aiuto. L’azienda pugliese MAC&NIL ha recentemente presentato un dispositivo satellitare da tenere in borsa che consente in maniera semplice ed automatica di allertare parenti o persone care in caso di pericolo:  basta premere contemporaneamente i pulsanti posti ai lati del dispositivo per trasmettere ai referenti precedentemente impostati, via SMS, un messaggio di allarme che indica la posizione precisa in cui si trova il proprietario del dispositivo. Il nome del prodotto, “Remote Angel S.O.S.”, è eloquente: si tratta di un “angelo custode” che, in maniera discreta e poco appariscente (la forma e le dimensioni ricordano quelle di un telecomando per aprire il cancello), può essere sempre a disposizione di noi donne. Il dispositivo funziona come un telefono cellulare di ultima generazione: la localizzazione della persona in difficoltà avviene grazie ad un ricevitore satellitare GPS ed i messaggi di pericolo vengono trasmessi in tempo reale. Ogni funzione è attivabile semplicemente premendo uno o due pulsanti. REMOTE ANGEL S.O.S è stato sviluppato da MAC&NIL in partnership con Tim e Telecom Italia: le sue funzionalità possono essere attivate senza canone, grazie ad una apposita ricarica effettuabile presso un centro di telefonia o un rivenditore autorizzato.




Tag:


Presente in:

Società - Politica

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)