Natale in norvegia

Viaggi - Viaggi per bambini
Elisabeth Ones

Elisabeth Ones

Il 3 dicembre esce Tornando a casa per Natale, un’intrigante commedia agrodolce in cui il regista norvegese Bent Hamer mescola amore e nostalgia, sogni e speranze. Il film, tratto da una selezione di racconti brevi della raccolta “Only soft presents under the tree”, narra la storia di un gruppo di persone di una piccola cittadina immaginaria, Skogli, le cui vite si sfiorano durante la Vigilia di Natale. 


La neve, l’aurora boreale, i fiordi ed i fantastici scorci della Norvegia ci hanno fatto venir voglia di scoprire meglio questa nazione, che sembra una meta perfetta per le prossime vacanze di Natale. Abbiamo intervistato , direttrice dell’Ente del Turismo Norvegese in Italia.




Come si festeggia il Natale in Norvegia? Quali sono le tradizioni legate a questa festa?

Come si festeggia il Natale in Norvegia? Quali sono le tradizioni legate a questa festa?

Quali sono i posti più caratteristici dal punto di vista naturalistico e paesaggistico da vedere in Norvegia in questo periodo dell’anno?


In questo periodo dell´anno direi che il Nord della Norvegia è un altro mondo, che fa sognare. Al Nord si scopre l´immensità della steppa e anche la natura del mare in inverno. Trascorrere il capodanno a Capo Nord è sicuramente il modo più originale per cominciare l´anno nuovo. 


Oslo, la capitale, costituisce un ottimo punto di partenza per fare un viaggio al Nord ed è ricca di contrasti: da un lato è una grande città internazionale, dall´altro ha ancora molte cose da offrire che di solito non si associano a una grande città: la posizione peculiare della città, tra il fiordo e la foresta, fanno di Oslo un luogo adattissimo per le escursioni all´aria aperta, con tutte le attività ad essa legate.

Per coloro i quali sono alla ricerca di escursioni veramente fuori dal comune, è possibile farsi trainare dalle slitte con i cani, motoslitta, pesca al granchio reale. 


La Norvegia è un paese dove è possibile fare crociere anche in inverno.Il Battello Postale vi porta da un porto all´altro fino nel Finnmark, c ulla di una cultura dell´inverno; quello dei Sami.


Le Lofoten sono conosciute per l´ottima pesca, le attrazioni naturali, i piccoli villaggi fuori dalle strade battute e i safari di avvistamento orche in questo periodo. Le Lofoten sono una delle mete turistiche più caratteristiche della Norvegia.


E i mercatini di Natale tipici in Norvegia? Dove? Cosa è possibile trovare in questi mercatini?


Dicembre è un mese in cui accadono molte cose a Oslo: i negozi sono pieni di offerte natalizie, la città si veste a festa ed è ricca di luci, Babbo Natale arriva in città e cè molto da vedere e da fare. Alcuni eventi: Il mercatino di Natale nella Piazza del Municipio (Rådhusplassen) è un mercatino intimo, divertente e accogliente con ristoranti, specialità natalizie, idee regalo, addobbi natalizi ed altri prodotti artigianali. Il mercato è adatto a tutti, grandi e piccini.

La piazza del Municipio sarà piena di stand e tendoni natalizi, con le tipiche luci e i tipici addobbi di Natale. Naturalmente l’ingresso è gratuito. Il mercato di Natale nel museo all´aria aperta Norsk Folkemuseum è una tradizione molto popolare, sia per i turisti che per gli abitanti di Oslo.

Ci sono più di 100 bancarelle da visitare, dove potrete trovare idee per regali, leccornie natalizie, torte, stoffe e prodotti tipici. I salotti del Museo sono decorati e mostrano come si festeggiava tradizionalmente nelle varie regioni norvegesi, sia nelle case ricche sia in quelle più povere. Il mercatino al Bogstad Gård offre prodotti tipici: il tradizionale pudding natalizio, la stalla con gli animali, attività per bambini, come creare oggetti in legno e giocare con il troll di Bogstad. Il Bogstad Gård apre anche il suo edificio principale (Hovedbygning), per darvi la possibilità di vivere la speciale atmosfera natalizia. Le stanze dell’edificio sono pronte ad accogliere i visitatori con tavolate di prodotti tipici, luci di candele, e un albero di Natale decorato alla maniera degli anni ’30.



Oggi il Natale è la festa più popolare dell’anno, soprattutto per bambini e famiglie, ma anche per le chiese che in questo periodo spalancano le proprie porte. I Norvegesi associano il Natale a candele, caminetti, dolci e pane fatto in casa, all’odore di cannella e delle altre spezie e alla versione norvegese di Babbo Natale, Julenissen – un miscuglio fra uno spiritello nordico (nisse) e il San Nicolò dell’Europa centrale.Il Natale in Norvegia è colmo di tradizioni, cerimonie e atmosfera. A Natale troviamo il tempo per ricordare e rinforzare i contatti con i nostri cari. Fin dai vecchi tempi, il Natale, il periodo del solstizio invernale, era una festa di sacrificio spirituale – una festa della luce, che segna il passaggio dalla stagione buia alla primavera e all’estate. Per questo motivo, il Natale era, ed è, la festa del raccolto, della fertilità e della vitalità. Intorno al ´900, il re Håkon Adelsteinfostre “Il Buono” decretò che la festa pagana del solstizio chiamata “jul” doveva essere spostata al 25 dicembre, per celebrare la natività di Gesù. La festa pagana fu trasformata in una festa cristiana. Il nome venne mantenuto, ma la festa fu dedicata al bambin Gesù.


All´inizio del mese di dicembre, la famiglia prepara le decorazioni dell´abete, e, viene accesa la prima candela della corona dell´Avvento. La corona posta sulla porta d´ingresso indica che fervono i preparativi del Natale. Davanti alla casa vengono collocati un caprone di paglia e alcuni fasci di grano. Ad ogni finestra è appesa una stella. Il 24 dicembre viene posta una candela su ogni tomba. In Norvegia i fiori fanno parte delle decorazioni natalizie. Tulipani o giacinti sono disposti un po´ dappertutto. Dopo la cena, prima di aprire i regali, tutta la famiglia danza e canta attorno all´albero. I familiari si dispongono attorno all´albero formando due cerchi, uno grande e uno piccolo. Quando si canta il primo cerchio gira verso destra e il secondo verso sinistra. Al termine del canto chi vuole cambia cerchio... e si ricomincia con un altro canto.


E chiudiamo con l´aurora boereale… Qual è il periodo più indicato per assistere a questo affascinante spettacolo naturale e quali i posti per godere al meglio di questa esperienza?


Capo Nord, nel Finnmark, è uno dei luoghi perfetti nella Norvegia del nord dove ammirare l’aurora boreale. Osservare l’aurora boreale è un momento magico. Questo fenomeno è più frequente in autunno inoltrato e all’inizio della primavera. Ottobre, febbraio e marzo sono i mesi migliori per osservare l’aurora boreale, che generalmente si manifesta tra le 18.00 e la 1.00 di notte. Per godervi al meglio questo spettacolo, consigliamo di evitare la luna piena e i luoghi pieni di luce e ricordiamo di coprirsi bene. In teoria l´aurora boreale è visibile in tutta la Norvegia. A volte le luci dell’aurora boreale arrivano tutte insieme, danzando nel cielo, di colore arancio, porpora, verde e rosso. Altre volte sono semplicemente dei veli verdi o un groviglio di luce vaporosa. L´aurora boreale è sempre diversa.








 




Tag:


Presente in:

Viaggi - Viaggi per bambini

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)