Natale, tempo di vacanze: come gli italiani organizzeranno le loro.

Viaggi - Montagna



C’è chi sceglie la montagna e chi preferisce visitare una capitale europea, oppure rifugiarsi in un paradiso tropicale. E ancora spingersi fino in Lapponia, per visitare la casa di Babbo Natale sfidando le temperature bassissime (nel 2005 le prenotazioni per Rovaniemi sono aumentate del 30 per cento!).


Qualsiasi sia la meta prescelta, le vacanze di Natale rimangono, insieme all’estate, il periodo preferito dagli italiani per concedersi una pausa dallo stress e dalla routine lavorativa.


Due sono le modalità con cui gli abitanti del Belpaese organizzano il viaggio: il 25 per cento della popolazione, per programmarlo, si rivolge alle agenzie, che, secondo i dati raccolti da una recente indagine svolta dall’Università Bocconi, assicurano un servizio sicuro in termini di competenza e conoscenza (44,5 per cento). Tra le altre motivazioni che ci spingono a rivolgerci ad un’agenzia di viaggio vi sono poi la conoscenza diretta dei venditori, magari derivata da precedenti esperienze (29,3 per cento), la comodità, intesa come orari di apertura e vicinanza logistica a casa o al posto di lavoro (29,1 per cento), ed infine al convenienza economica (15,5 per cento).


Prima di decidere l’acquisto, poi, c’è chi fa visita a più agenzie, anche se la maggior parte delle persone preferisce affidarsi ad un unico parere e decide il tour operator (di solito i più noti) insieme alla stessa agenzia di viaggio.


Per risparmiare o per potere organizzare il viaggio in tutta libertà molti decidono invece di utilizzare le opportunità offerte dalla rete, che assorbe ormai i due quinti dell’intero mercato delle vacanze.


I siti più ciccati sono quelli di Expedia, che grazie alla possibilità offerta agli utenti di visualizzare i vari servizi (volo, hotel, noleggio auto) di operatori diversi in uno stesso pacchetto online, fattura oltre un miliardo di euro all’anno, di Lastminute, che nasce con l’obiettivo di fornire soluzioni e idee realizzabili anche all’ultimo minuto, acquistando biglietti aerei, camere d´hotel, pacchetti vacanza, biglietti per spettacoli, eventi, attività sportive e regali con pochissimo preavviso. Sono molto vistati anche i siti di Edreams, Opodo, Volagratis, Borsaviaggi e Travelante.


Grande, infine, il successo degli eticket, ossia la possibilità di acquistare i biglietti aerei online direttamente dalle compagnie. L’innovazione indiscutibile di tale servizio ha indotto l’International air transport association a rendere obbligatoria la sua adozione, entro il 2007, da parte di tutte le compagnie aeree.


Ma prima ancora dell’acquisto del viaggio, è importante la scelta della destinazione, per la quale gli italiani amano raccogliere informazioni utilizzando fonti di svariato genere. Anche se il 41,5 per cento si affida ancora ai tradizionali cataloghi, il 39,4 per cento preferisce seguire il consiglio di amici e conoscenti, il 38,6 per cento si fida solamente del suo agente di viaggio, il 24,6 per cento basa la sua scelta sull’esperienza precedente, il 13,9 per cento si fa influenzare da articoli letti sulla stampa specializzata, il 9,6 per cento dalla pubblicità su radio e televisione, il 6,2 per cento da internet, il 5,9 per cento da servizi e programmi giornalistici, il 4,2 per cento da quotidiani e periodici, il 2,5 per cento da televideo e mediavideo, l’1,7 per cento da manifestazioni fieristiche e lo 0,3 per cento da altro.


Tag:


Presente in:

Viaggi - Montagna

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)